Drammatico post del sindaco Vantaggiato: a Soleto è arrivato il mostro. Le Fontanelle, 24 ospiti positivi al coronavirus

“Le Fontanelle è diventata un inferno: 24 contagiati tra gli ospiti. Positivi anche diversi operatori”. Il drammatico post del sindaco di Soleto Graziano Vantaggiato: “Ritardi nella comunicazione da parte della ASL”

Pochi minuti fa, il sindaco di Soleto Graziano Vantaggiato,  ha postato un video per parlare alla sua comunità. Drammatico il messaggio: “il mostro è arrivato in casa nostra.”

Segnato dalle difficoltà di questi giorni e di queste ore, nelle quali si sono succedute notizie via via più terribili, il sindaco ha fatto il punto della situazione sulla RSA “Le Fontanelle“.

Un’eccellenza della nostra comunità” ha sottolineato nel suo post il sindaco “ma propio qui il mostro è arrivato, mettendo in ginocchio questa struttura che è diventata un vero inferno“.

Una settimana fa si era diffusa la notizia di un’ospite della struttura che era stata ricoverata in ospedale per delle complicanze respiratorie ed era risultata positiva al tampone. Dopo due giorni, la signora di 95 anni era venuta a mancare.

A seguito di quel decesso, l’ASL ha provveduto a fare i tamponi a tutti gli ospiti e i dipendenti della RSA. “Tamponi fatti con ritardo” ha tenuto a sottolineare il sindaco, così come con ritardo stanno giungendo i risultati.

Risultati terribili

Graziano Vantaggiato ha riferito di aver avuto solo questa sera dalla ASL i primi risultati che si riferiscono ai tamponi effettuati dal 21 al 24 marzo.

Nel post, il sindaco mostra un elenco e parla di risultati terribili: sono infatti ben 31 i casi di positivi al CoViD-19 tra gli ospiti de “Le Fontanelle”; di questi alcuni già deceduti, alcuni ricoverati in ospedale e 24  al momento ospitati dalla struttura.
Fortunatamente molti di questi sono positivi asintomatici. Vige per tutti la quarantena e la RSA è completamente isolata dai contatti con l’esterno.

La struttura è stata commissariata ed è gestita dalla ASL: al momento è un vero e proprio reparto di infettivi.

Ma ciò che si legge tra le righe del discorso del sindaco Graziano Vantaggiato, è un sentimento di dolore misto a rabbia che altro non sono che i sentimenti che in queste ore animano i familiari degli ospiti delle “Fontanelle”. Vantaggiato ha, infatti, evidenziato un difetto di comunicazione da parte dell’ASL che ha lasciato nello sconforto e nell’angoscia decine di persone che non possono avvicinarsi in queste ore alla struttura e che non ricevono nemmeno informazioni sullo stato di salute dei propri cari.

“Si potenzino le figure all’interno della struttura e si diano informazioni precise e dettagliate ai familiari che hanno il sacrosanto diritto di avere notizie dei parenti ricoverati nella struttura”

È l’appello del sindaco al presidente della Regione Emiliano, al direttore della ASL e al Prefetto.

Graziano Vantaggiato è tornato poi sulla “questione contagiati” che non sono solo tra gli ospiti ma anche tra gli operatori. Se in un primo momento, questi erano solo 5 e tutti provenienti dai paesi limitrofi, oggi però, è aumentato il numero dei dipendenti de “Le Fontanelle” positivi al coronavirus. Positivi anche alcuni operatori originari di Soleto che però sono già in quarantena, come il resto della propria famiglia, e che hanno da subito dato comunicazione di questo stato al sindaco.

Alla sua comunità il pensiero a conclusione di un post forte e appassionato: “Oggi più che mai occorre da parte di tutti attenzione maggiore e una maturità marcata per rispettare quanto la legge ci impone. Occorre restare a casa! Restiamo a casa e soprattutto…vogliamoci bene”.



In questo articolo: