“Approfitta” della visita medica in ospedale e evade, la fuga di un detenuto dura pochi minuti

Un detenuto è riuscito a scappare dal pronto soccorso dell’ospedale di Lecce, dove era stato accompagnato per una visita

La “libertà” conquistata da un detenuto, scappato dal Vito Fazzi, è durata pochi minuti, ma sono stati attimi di paura e tensione per chi, in quel momento, si trovava in Ospedale. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, un 29enne cubano, in Carcere con l’accusa di omicidio, avrebbe approfittato di una visita medica per tentare la fuga. Fuga, inizialmente, riuscita. Il giovane, infatti, sarebbe riuscito a scappare dal controllo dei due agenti della polizia penitenziaria che lo avevano accompagnato in Ospedale. Appena sceso dal camioncino, si è allontanato in tutta fretta a piedi.

Con l’aiuto della polizia del posto fisso, hanno cercato di bloccare l’uomo, che non si è fermato nemmeno sentendo i colpi di arma da fuoco, sparati in aria a scopo intimidatorio.

Raggiunto il parcheggio del Dea, il fuggitivo ha provato a nascondersi, sotto una delle macchine in sosta, ma aveva ormai la strada bloccata. Ogni accesso era “sorvegliato” dalle Forze dell’Ordine che avevano raggiunto il nosocomio una volta scattato l’allarme.

Come detto, le ricerche del 29enne sono durate pochi minuti. L’uomo è stato fermato