Furti di rame, nei primi tre mesi del 2014 ridimensionato il fenomeno

Con un incontro questa mattina in Prefettura diffusi i dati relativi al furto di metallo in provincia. Grazie all”™azione delle Forze di Polizia diminuzione dei furti

Un incontro in Prefettura, presieduto dal Prefetto, Giuliana Perrotta,alla quale hanno partecipato il  Dirigente del Compartimento della Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise, dott. Giovanni Aliquò, e i rappresentanti delle Forze di Polizia territoriali, nella quale si è svolta lapresentazione dei risultati dell’attività di contrasto al fenomeno dei furti di metalli e, in particolare, di rame, che nelle scorse settimane ha conseguito importanti risultati sia attraverso l’ iniziativa assunta a livello europeo e denominata ”Action day”  il 21 e 22 maggio di quest’anno, che ha visto lo svolgimento di servizi specifici coordinati tra le forze di polizia territoriali, sia attraverso l’attività svolta dalla Polizia Ferroviaria nell’ambito degli specifici compiti istituzionali.

In particolare, nel corso della riunione,  è stato evidenziato che il fenomeno, nella provincia di Lecce, grazie alla costante azione delle forze di polizia statali, la cui attività in tale settore è coordinata dalla Prefettura, dove lo stesso viene analizzato anche attraverso incontri con le principali aziende di servizi (Telecom ed Enel), prime vittime dei furti di rame,  e del “Nucleo Speciale Rame” compartimentale della Polizia Ferroviaria ha avuto già nel primo trimestre di quest’anno un ridimensionamento

A tal proposito, nella riunione odierna è stato fatto l’esempio, assai significativo a tale riguardo di un sequestro a Racale di tre tonnellate di rame e 2 quintali circa di materiali illecitamente detenuti presso un esercizio di demolizione di autoveicoli.