Camion travolge un’auto e poi fugge via, perde la vita 48enne di origine rumena

Il camionista è stato rintracciato poco dopo dagli agenti del Commissariato locale. L’impatto è stato fatale per il passeggero dell’auto che viaggiava insieme al conducente ricoverato in codice rosso al “Fazzi”.

Le strade del Salento tornano a essere nuovamente scenario di morte. Un incidente mortale, infatti, si è verificato all’alba nel centro abitato di Taurisano.

I fatti

Le lancette dell’orologio segnavano all’incirca le 5.45, quando un Tir Volvo, condotto da  F.S., 33enne nato e residente a Modica in provincia di Ragusa, di proprietà di una ditta di autotrasporti con sede nella città siciliana, mentre percorreva Via delle Tabacchine, non rispettando il segnale di stop, ha invaso Via San Donato e si è scontrato con un’autovettura, una Mercedes Classe A, guidata da un 64enne di Taurisano.

L’impatto è stato devastante, la Mercedes è uscita fuori strada andando a sbattere contro il palo e causando la morte del passeggero, un 48enne di origine rumena residente a Casarano e di professione operaio. Dopo l’impatto il tir si è dato alla fuga.

Non appena dato l’allarme sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che altro non hanno potuto fare che constatare il decesso del 48enne e, successivamente hanno trasportato in codice rosso presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce il conducente della Classe A, dove è stato ricoverato nel reparto di rianimazione in prognosi riservata. Fortunatamente, non si trova in pericolo di vita.

L’autista del camion, rintracciato poco dopo da una volante del Commissariato di Taurisano, è stato deferito in stato di libertà con l’accusa di omicidio stradale e omissione di soccorso.

La patente e i documenti dell’autoarticolato sono risultati essere in regola e sono in corso gli accertamenti tossicologici e alcolemici.

La salma dell’uomo è stata condotta presso la camera mortuaria del nosocomio leccese, per l’esame autoptico disposto dall’Autorità Giudiziaria.


In questo articolo: