Influenza H1N1, la Asl conferma il quarto decesso a Scorrano

I decessi che si stanno registrando in Puglia crescono in modo preoccupante e gli ospedali sono in assetto di emergenza per gestire i ricoveri e i tanti utenti che si rivolgono al pronto soccorso. L’ultimo caso nell’ospedale di Scorrano.

La conferma ufficiale arriva in queste ore: quarto decesso per influenza H1N1 nella Asl di Lecce.
 
Nel primo pomeriggio di oggi, all'ospedale di Scorrano, un uomo di 60 anni è deceduto per insufficienza respiratoria acuta.
 
Come si legge nella nota dell’Azienda sanitaria, l'uomo è stato ricoverato già in gravi condizioni presso il reparto di Rianimazione lo scorso 27 gennaio.
 
L'anamnesi era di sospetta influenza e il 30 gennaio è arrivato l'esito positivo del test per influenza H1N1. Le condizioni si sono aggravate nei giorni seguenti tanto che gli esami hanno messo in evidenza una broncopolmonite “massiva bilaterale e l'ecmo era già pronta a intervenire”.
 
"Questo è il quarto decesso registrato in questa Asl per influenza H1N1 – dice Giovanni Gorgoni, Commissario straordinario Asl Lecce – resta invariato il numero complessivo di casi accertati di H1N1 (9 dall'inizio dell'emergenza). Continua intanto il blocco dei ricoveri per interventi programmati e la situazione nei sei ospedali del territorio è sotto controllo. Rinnoviamo ancora l'invito ad effettuare il vaccino, basta rivolgersi al proprio medico di base. E' importante che si vaccino soprattutto i bambini, i pazienti cronici e gli over 65".  
 
Sì, perché gli operatori sanitari stanno raccomandando di effettuare la profilassi. La mancata vaccinazione, avvenuta a seguito delle notizie che si sono susseguite nel’ultimo periodo non hanno giovato. Ora è emergenza.



In questo articolo: