Pass falsi per parcheggiare davanti al “Via del Mare”, scattano sequestro e denuncia

A fare la scoperta nel corso dei controlli, gli agenti di Polizia Locale, durante la partita tra Lecce e Torino

Nel corso dei controlli svolti sui veicoli in sosta in Piazzale Adamo durante l’ultimo impegno di campionato del Lecce contro il Torino, la Polizia Locale ha rilevato la presenza di tre falsi pass per la sosta, posizionati sul cruscotto di automobili parcheggiate negli stalli numerati.

I pass falsi, prontamente sequestrati, erano utilizzati dai proprietari dei veicoli per garantire il parcheggio a due passi dall’ingresso dello stadio in violazione delle disposizioni che regolano la mobilità attorno all’impianto sportivo, che prevedono l’utilizzo della piazza antistante al “Via del Mare” solo per i veicoli autorizzati dalla società, pass Cude, mezzi di Forze di Polizia e Protezione Civile e veicoli di servizio inerenti all’organizzazione della manifestazione sportiva. I presunti responsabili della contraffazione sono stati denunciati ai sensi degli art. 468 e 469 del Codice penale. Rischiano una pena da uno a cinque anni e una multa da 103 a 1.032 euro.

«La contraffazione dei pass per lo Stadio rilasciati dall’Us Lecce può essere facilmente e immediatamente riscontrata dagli agenti in servizio nel corso delle partite del Lecce – ha dichiarato il comandante della Polizia Locale e dirigente del settore Mobilità sostenibile Donato Zacheo – dunque invito a desistere chiunque pensi di poter mettere in atto simili comportamenti, anche a fronte delle gravi conseguenze sul profilo penale che la contraffazione dei pass comporta. Pur trattandosi di un fenomeno che appare ben circoscritto e limitato per il momento a soli tre casi, nelle prossime partite intensificheremo ulteriormente i controlli sulle auto in sosta in Piazzale Adamo».