Ruba uno scooter da un’autofficina, dopo la fuga nel rione San Pio viene bloccato e arrestato

Rocambolesca la fuga del ladro a bordo dello scooter appena rubato. L’uomo cade e viene bloccato dalla Polizia che lo arresta.

polizia-controlli-lecce

Finisce nei guai un giovane leccese per essersi introdotto all’interno di un’autofficina del rione San Pio con l’intento di rubare un motoveicolo.

I fatti

Così, nel pomeriggio di ieri, i titolari dell’esercizio hanno chiamato la Polizia, dando indicazioni utili agli agenti al fine di indentificare il ladro.

I proprietari dell’officina hanno raccontato ai poliziotti di aver inseguito il ladro subito dopo che il furto si era consumato. Il figlio del proprietario, in particolare, si è messo all’inseguimento del giovane a bordo dello scooter, con la propria autovettura.

Il fuggitivo dopo aver indossato un casco già presente sullo scooter, ha imboccato via delle Anime in direzione centro, per poi prendere via Pozzuolo e giungere in via Bernardino Bonifacio. Qui, all’altezza dell’angolo con via Andrea Sozzo, a causa della concitazione della fuga e di una serie di manovre azzardate, ha perso il controllo del mezzo e, cadendo a terra, ha urtato contro il cordolo del marciapiede.
Poco dopo è arrivata la volante.

Il giovane fermato è stato identificato per Federico Conte, leccese di 38 anni, dichiarato in arresto per essersi impossessato dello scooter, uno Yamaha Majestic, che era all’interno dell’officina. Ad incastrare il ladro anche le immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza presente nell’esercizio.

Il mezzo è rientrato nel possesso del legittimo proprietario, anche se danneggiato.

L’arrestato, accusava un dolore alla gamba dovuto ad una contusione provocata dalla caduta e per questo è stato visitato da personale del 118.



In questo articolo: