Sorpreso con cocaina e marijuana, oltre a 463 cartucce calibro 12

Colto in casa in possesso di droga e munizioni, indagato per la rapina sfociata in conflitto a fuoco con i carabinieri.

Un uomo fino a ieri non ancora noto alle Forze dell’ordine è stato colto con droga e munizioni in casa nel corso dei controlli finalizzati alla ricerca degli altri responsabili della rapina poi sfociata in sparatoria tra rapinatori e carabinieri.

Nelle attività di ricerca dei responsabili della rapina perpetrata il 6 febbraio scorso, successivamente sfociata in conflitto a fuoco con i militari della Stazione carabinieri di San Pietro in Lama, l’attenzione è alta, soprattutto nella zona. Così durante la notte appena trascorsa, a San Cesario di Lecce, i militari del Nucleo Investigativo, hanno arrestato in flagranza, con l’ausilio della locale stazione carabinieri, per i reati di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e detenzione abusiva di munizioni un 35enne del posto, I.M., incensurato.

Durante la perquisizione eseguita presso l’abitazione rurale in uso all’uomo, sono stati rinvenuti e sequestrati: 15 grammi di cocaina, suddivisi in 14 dosi; 3 grammi di marijuana;  un bilancino elettronico;  un frullatore con residui di sostanza da taglio tipo mannite;  330 euro in banconote di vario taglio, provento dell’attività di spaccio di stupefacenti;  463 cartucce da caccia cal. 12.
L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.



In questo articolo: