Traffico illecito di migranti, bloccato potente gommone

Una vedetta veloce della Guardia di Finanza di Gallipoli ha intercettato a circa un miglio a largo di Marina di Novaglie un gommone con il carico di migranti.

La Guardia di Finanza di Gallipoli ha arrestato, la scorsa notte,  due scafisti di Valona mentre riprendevano il largo a bordo di un gommone oceanico dedito al traffico illecito di migranti.

Poco dopo le tre della notte appena trascorsa, una vedetta veloce della Guardia di Finanza di Gallipoli ha intercettato  a circa un miglio a largo di  Marina di Novaglie un gommone oceanico dotato di tre potenti motori, diretto a forte velocità ed a luci spente verso la costa, con a bordo numerosi migranti.

Il gommone, per salvaguardare la prioritaria incolumità dei migranti, non è stato immediatamente attaccato, ma monitorato dai Finanzieri  sino all’impatto sulla costa.

I due scafisti, giunti in prossimità della costa di Marina di Novaglie hanno sbarcato il carico di migranti. Poi, accortisi della presenza dell’unità navale delle fiamme gialle, hanno tentato di riprendere il largo a forte velocità, con manovre particolarmente pericolose per  sottrarsi alla cattura. Dopo un breve inseguimento, la vedetta del Corpo è riuscita a bloccare la corsa del potente gommone, traendo in arresto i due scafisti di Valona: M. F. di 41 anni e B.D. di 37 anni.

Nel frattempo, sul posto dell’approdo del gommone e nelle vicinanze, le pattuglie hanno individuato e bloccato 37 migranti appena sbarcati. Ulteriori 13 , poco dopo, sono stati rintracciati e bloccati dai Carabinieri. I 50 migranti sono tutti uomini, prevalentemente di nazionalità pakistana e tra essi vi sono 4 minori.



In questo articolo: