Colpisce con violenza la compagna e impedisce al figlio di soccorrere la mamma, arrestato 45enne

Ha colpito con violenza la compagna durante una lite e ha impedito al figlio di soccorrere la madre, intenzionata ad andare in ospedale. Per un 45enne cinese si sono aperte le porte del Carcere con l’accusa di maltrattamenti contro familiari e conviventi.

Non solo ha usato le mani contro la convivente, una 49enne di Tricase, ma ha impedito al figlio maggiorenne di soccorrere la madre, intenzionata a recarsi al Pronto Soccorso del “Cardinal Panico” per curare le ‘ferite’ provocate da quella aggressione fisica, l’ennesima.

È stato bloccato prima che la situazione prendesse una piega ancor più drammatica Yudi Yan, 45enne originario di Zhejiang [Repubblica Popolare Cinese], domiciliato a Tricase. L’uomo è stato arrestato, in flagranza di reato, per maltrattamenti contro familiari e conviventi.

L’incubo

Dopo la chiamata al 112, i carabinieri del Norm – l’aliquota radiomobile della locale compagnia si sono precipitati subito nell’abitazione dello straniero. Mancava qualche minuto alle 19.00 quando l’uomo, durante una lite scoppiata per futili motivi, ha colpito violentemente la convivente. I militari lo hanno bloccato, come detto, mentre stava impedendo al figlio di soccorrere la mamma. La donna è stata accompagnata all’Ospedale, dove ha ricevuto tutte le cure del caso.

Una volta terminate le formalità di rito, il 43enne è stato accompagnato presso la casa circondariale di Lecce, dove si trova ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, informata dell’accaduto.



In questo articolo: