Trombe d’aria e vento, il Salento conta (ancora) i danni del maltempo

Una tromba d’aria ha causato diversi danni in alcuni comuni del capo di Leuca. Tricase e Patù sono i comuni maggiormente colpiti. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito.

I meteorologi lo avevano detto: il maltempo con il suo carico di piogge, temporali e vento avrebbe “rovinato” il fine settimana. Anche il Salento non è stato risparmiato, tant’è che la Protezione Civile aveva dichiarato l’allerta gialla, ma sono i fenomeni “imprevedibili” a creare i danni maggiori. Ancora una volta è il Capo di Leuca ad essere maggiormente colpito.

Tricase e molti comuni limitrofi hanno dovuto fare i conti con una violenta tromba d’aria che ha spazzato via tutto durante il suo passaggio: segnali, rami, cassonetti e persino alcuni pannelli fotovoltaici installati sul tetto di un’abitazione e scagliati contro un’auto parcheggiata in strada, non poco distante.

Crollato, anche, una parte del solaio della Chiesa della Madonna Assunta a Marina Serra.

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito, ma sono stati tanti i disagi che si sono registrati. Come accade spesso in questi casi, infatti, il centralino dei Vigili del Fuoco è stato preso d’assalto. Decine le chiamate e le richieste di aiuto.

Non è andata meglio a Patù e dintorni, dove a creare danni è stato anche il vento forte. Anche in questa zona, a “volare” sono stati alberi e segnali stradali.

L’attenzione resta alta, anche nelle prossime ore, perché – secondo le previsioni, anche lunedì e martedì il tempo sarà instabile. Non mancheranno né le piogge e i temporali, né il vento che soffierà da ponente.



In questo articolo: