A Palmariggi ‘Talk Show’, penultimo appuntamento della rassegna organizzata da Apulia Film Commission

Presso la sala conferenze del Palazzo Municipale di Palmariggi, il 1 ottobre fa tappa ‘Talk Show’. Ospite Lucrezia Lante della Rovere che dialogherà con il giornalista Fabrizio Corallo. Un appuntamento con la cultura cinematografica sostenuta e divulgata da Apulia Fim Commission.

La Fondazione Apulia Film Commission nasce nel 2007 con l’obiettivo di attrarre le produzioni cinematografiche sul territorio pugliese, supportando e coordinando l’intera filiera audiovisiva. La Fondazione promuove, oggi più che mai, quella che è la cultura cinematografica, sostenendo e finanziando i progetti realizzati con il sostegno di quelle politiche culturali incentivate della Regione Puglia.

Tra i tanti progetti “Talk Show” è stato ideato e promosso da Apulia Film Commission con l’obiettivo di divulgare la cultura cinematografica in Puglia ed è realizzato con la collaborazione di dieci dei comuni  soci della rassegna.

A Palmariggi il 1 ottobre sarà ospite nel Palazzo Municipale, l’attrice Lucrezia Lante della Rovere che verrà intervistata dal giornalista Fabrizio Corallo con il quale si confronterà sui suoi impegni di cinema, teatro e TV raccontando attraverso aneddoti e ricordi la sua vita sul set tracciando contemporaneamente un parallelo con la sua vita nel reale.

La serata sarà introdotta dal sindaco Franco Zezza e da Chiara Coppola, consigliere di amministrazione della Fondazione Apulia Film Commission.

La rassegna “Talk Show” andata in scena dal 12 settembre nei comuni di Alberobello, Castro, Gallipoli, Otranto, Specchia, Galatone, Castellana Grotte e Sant’Agata di Puglia ha visto la presenza nelle otto serate che hanno preceduto questo penultimo appuntamento a Palmariggi di attori, attrici e registi italiani che hanno guardato alle bellezze del nostro territorio attraverso l’occhio attento della cinepresa strutturando intorno al binomio cultura-territorio i film che hanno fatto la storia di una cinematografia che ha varcato spesso e con successo i confini regionali.

L’Arte cinematografica è sempre più apprezzata in questa terra che mostra così la sua sensibilità e la sua attenzione per la Cultura e stabilisce un dialogo costruttivo che amplifica la bellezza di questi territori.

Tiziana Protopapa



In questo articolo: