Al via la 17ma edizione del Festival di Archeologia per Ragazzi

L”™evento organizzato dal Comune di Poggiardo avrà inizio il 4 luglio prossimo e vedrà la partecipazione di giovani con un”™età compresa tra i 6 e i 16 anni provenienti da tutt”™Italia e dal mondo. Oggi a Palazzo Adorno la presentazione

“Uno dei festival più originali e più belli del Salento, perché ha come sfondo e contenuto gli scavi e l’area archeologica della zona di Poggiardo, con la partecipazione dei bambini. I numeri registrati nelle precedenti edizioni, con presenze nazionali ed internazionali, ci conforta della bontà e del successo che ogni anno si ripete in occasione di questa prestigiosa manifestazione. Con questa iniziativa si realizza un doppio obiettivo: promuovere un bene di valore inestimabile ed educare i bambini, insegnare loro la storia in maniera diversa e con un metodo più efficace: una sorta di tuffo nel passato che di certo non dimenticheranno negli anni”, ha affermato il Vicepresidente della Provincia di Lecce, Simona manca, a margine della conferenza stampa di presentazione, svoltasi questa mattina a Palazzo Adorno, della  17° edizione del Festival Internazionale di Archeologia per ragazzi che prenderà il via il 4 luglio prossimo a Poggiardo.

All’incontro con gli operatori della comunicazione erano presenti, altre a Simona Manca anche il capo di gabinetto della Provincia e consigliere regionale Luigi Mazzei, il sindaco di Poggiardo e direttore scientifico del Festival Giuseppe Colafati, l’assessore alla Cultura  del Comune di Poggiardo Giuseppe Orsi, il direttore organizzativo del Festival Elenia Spagna e il consulente Rassegna Teatro per ragazzi Antonio De Nitto.

“Ringrazio la Provincia per aver creduto da subito in questo progetto, una esperienza che come Comune di Poggiardo rinnoviamo annualmente unica nel suo genere a livello nazionale. Questa del festival è una iniziativa che si va ad inserire in un percorso più ampio pensato dall’amministrazione, che coinvolge l’intero territorio circostante con una serie di attività culturali”, ha invece commentato il Sindaco di Poggiardo, Giuseppe Colafati.

I ragazzi dai 6 ai 16 anni, provenienti da diverse città italiane e dall’estero (Francia, Belgio, Inghilterra, Austria) saranno ospitati in strutture allestite per l’occasione e, in un clima decisamente festoso, hanno la possibilità di tuffarsi per dieci giorni nel fantastico mondo dell’archeologia.

Nel corso della manifestazione i partecipanti prederanno parte, tra le tante inziative, ad un vero scavo archeologico,  guidati da esperti archeologi in aree di interesse archeologico grazie alla collaborazione con la Soprintendenza per i Beni archeologici della Puglia, stimolando i piccoli archeologi alla conoscenza del nostro patrimonio e nello stesso tempo al rispetto di ciò che li circonda.

Organizzata dallo Studio Archeologico Chora in collaborazione con il Comune di Poggiardo e promossa dalla Provincia di Lecce, dalla Regione Puglia, dall’Università del Salento, dal Museo “S. Castromediano” e dalla Soprintendenza Archeologica della Puglia con la collaborazione del Teatro Pubblico Pugliese,  l’evento è unico nel suo genere e nel corso del tempo si è affermata come manifestazione di riferimento del settore coinvolgendo, fino ad oggi, più di 2000 partecipanti.