Da Pechino al Salento: arriva a Lecce il grande teatro cinese con ‘Le vie della seta’

Presentato stamattina, al Teatro Paisiello di Lecce – nel corso di un incontro con la stampa -, presentato il progetto di scambio interculturale ‘Le vie della seta’. Giungono nel Salento gli artisti del Teatro Nazionale di Pechino, impegnati in una serie di attività.

ll teatro cinese e il teatro europeo. Differenze, relazioni, osmosi. La relazione tra tradizione e contemporaneità unifica lo stile orientale e quello europeo in un progetto intitolato 'Le vie della seta' a cura di Astràgali Teatro. A Lecce, per la prima volta in assoluto, gli artisti del Teatro Nazionale di Pechino (regista Wu Xiaojiang). L'evento è stato presentato stamattina al 'Paisiello' durante una apposita conferenza stampa. Un fitto calendario di attività composto dall'open class per giovani, studenti, praticanti di teatro; e poi ancora master class per attori professionisti, incontri con le scuole superiori salentine, seminari ospitati dall'Accademia di Belle Arti e dall'Università. Dimostrazioni di lavoro, spettacoli. Sostenuto dalla Regione Puglia nell'ambito del Fondo di Sviluppo e Coesione – curato dal teatro pubblico pugliese, (partner l'International Theatre Institute Italia e l'International Theatre Institute UNESCO) – si avvale della collaborazione con il Comune di Lecce e di San Cesario. 

"Un momento particolarmente importante perché conferma una relazione in atto già da tempo e apre un percorso di relazione e lavoro", dichiara Fabio Tolledi, regista e direttore artistico di Astràgali Teatro. "La cultura e la tradizione teatrale in Cina – prosegue – hanno una storia lunga di secoli. Affascinante, complessa e, per l'Occidente, in gran parte sconosciuta. Per noi si tratta, quindi, di avviare un progetto di scambio pratiche e punti di vista. Riflessioni su come mettere in comune pedagodie teatrali provando a far dialogare sistemi diversi". 

"Ospitiamo il Teatro Nazionale di Pechino nella nostra città con immenso piacere – dice Luigi Coclite, assessore comunale allo spettacolo – confermandoci ancora una volta luogo privilegiato di scambio culturale. Sono convinto che l'internazionalizzazione della cultura e della scena può divenire uno straordinaio asset per Lecce, grazie anche all'importante sistema dei nostri beni culturali che s presento a divenire eccezionali per il teatro e lo spettacolo". "La Cina – conclude – non è solo un mercato importantissimo, ma soprattutto un giacimento di saperi e tradizioni".

"Il nostro Comune – sostiene Andrea Romano, sindaco di San Cesario – ha condiviso sin dal primo momento gli obiettivi del progetto, convinti della necessità di favorire e moltiplicare i momenti di incontro. Siamo felicissimi di ospitare nella Distilleria De Giorgi gli ospiti del Teatro Nazionale di Pechino e consideriamo questi due appuntamenti un prologo di ciò che tra qualche mese abiterà a pieno titolo questo spazio, per noi così importante".

Tanti, insomma, gli appuntamenti previsti fino al 15 maggio prossimo:

  • 6 Maggio – Lecce, Teatro Paisiello: alle ore 19.00 Wu Xiaojiang racconterà la sua esperienza;
  • 8 Maggio – San Cesario, Distilleria De Giorgi: ore 19.00 "Uno sguardo sul panorama teatrale cinese";
  • 12 Maggio – Lecce, Teatro Paisiello: ore 21.00, spettacolo teatrale "Zhezi Xi";
  • 13 Maggio – San Cesario, Distelleria De Giorgi: spettacolo "Zhezi Xi".



In questo articolo: