‘Il Mondo nel Porto’, un progetto di integrazione a Tricase

Un’iniziativa per favorire l’incontro e la conoscenza tra la comunità locale e quella migrante a Tricase, attraverso laboratori, eventi e serate finali.

“Il Mondo nel Porto” è qualcosa di più di un evento estivo nel Capo di Leuca. Sì tratta piuttosto di un progetto di integrazione in terra salentina. Un’iniziativa per favorire l’incontro e la conoscenza tra la comunità locale e quella migrante a Tricase, attraverso laboratori, eventi e serate finali.

Cosa offre il progetto

Laboratori gratuiti
– Percussioni per imparare i ritmi tradizionali Mandengue e Bambara con Giovanni Martella;
Etno-gastronomia per un viaggio nel gusto con lo chef Claudio Turco per creare piatti “multiculturali”;
Haccp, con un corso per ottenere l’attestato per la somministrazione di cibi e bevande;
Fotografia per imparare le basi della fotografia con Daniele Metrangolo e raccontare la quotidianità salentina.

Escursioni guidate

24 giugno: in barca alla scoperta della Cala dell’Acquaviva di Andrano;
30 giugno: visita al centro storico di Tricase e Palazzo Gallone;
12 luglio: in barca a Marina Serra con soste al “Quadrano” e al “Canale del Rio”;
19 luglio: visita al borgo di Tricase Porto e al Cisternone.

Serate evento: tre serate di musica, cibo, cultura e condivisione a Tricase Porto nel weekend dal 26 al 28 luglio.

Come partecipare

Per informazioni e adesioni alle attività, contattare il numero Whatsapp 328 352 3900 o seguire i canali social de “Il Mondo nel Porto”.

Perché è importante partecipare

“Il Mondo nel Porto” è un’occasione per:

Promuovere l’integrazione: favorire la conoscenza reciproca tra culture diverse e creare ponti tra la comunità locale e quella migrante.

– Valorizzare la diversità: scoprire la ricchezza delle diverse culture e tradizioni.

Creare scambio e dialogo: incontrarsi, conoscersi e condividere esperienze.

Sviluppare la comunità: arricchire il territorio e creare nuove opportunità per tutti.

Come si sostiene il progetto

“Il Mondo nel Porto” è un’attività finanziata dalla Regione Puglia nell’ambito della misura “Puglia Capitale Sociale 3.0”. Il progetto è realizzato da Salento Turismatica in partnership con Meditinere APS, Associazione Circular Music, IPAD Mediterrean e Comune di Tricase.

Insomma stare insieme significa condividere il tempo e lo spazio per una comunità più inclusiva e interculturale, contribuendo a costruire un futuro più aperto e accogliente per tutti!



In questo articolo: