Lo swing di Massimo Lopez seduce i leccesi: spettacolo al Politeama Greco

Grande successo, ieri sera, al Teatro Politeama Greco di Lecce durante l’esibizione di Massimo Lopez nel suo spettacolo ‘Sing & Swing’. Tanti applausi da parte del pubblico presente all’attore e comico italiano, molto bravo anche nell’interpretare lo stile di Sinatra.

La grande cantante italiana Mina ci aveva visto bene. Massimo Lopez è bravo anche nel canto. Il suo stile? Semplice, lo swing. I leccesi l’hanno potuto appurare ieri, a Teatro Politeama Greco di Lecce, in occasione dello spettacolo tenuto dall’attore italiano. Comico, presentatore, show-man. Insomma, non le scopriamo certo oggi queste doti. Tanti applausi, da parte del pubblico presente, ad uno spettacolo fatto di canzoni, musica e numerose imitazioni di personaggi attuali e storici del mondo politico, musicale e religioso. Lopez, infatti, è stato il primo a proporre in passato le imitazioni dei Papi in TV. Gran merito, dunque, all’intuizione della Camerata Musicale Salentina, organizzatrice dell’evento. Al termine della serata, si è intrattenuto nel Foyer del teatro per salutare e fare foto con gli spettatori.

Nel suo “Sing & Swing”, Lopez è stato accompagnato dalla Jazz Company, propendo un repertorio di classici a partire da Cole Porter, Duke Ellington, Jimmy Van Heusen, Richard Rodgers e molti altri. Tanti successi, da lui interpretati, che vanno dagli anni trenta agli anni cinquanta, sulle scie di “mostri sacri” quali Frank Sinatra, Tony Bennet e Sammy Davis jr. Come si accennava in apertura d’articolo, il doppiatore marchigiano venne incoraggiato dalla splendida Mina. “Mi disse che avevo il timbro giusto per realizzare un progetto che avevo su Frank Sinatra – racconta Lopez – ed è stato suo figlio Massimiliano Pani a consigliarmi la Big Band Jazz Company diretta da Gabriele Comeglio che mi accompagnano dal vivo”.

Un lungo percorso artistico che ha unito musica, improvvisazione e intrattenimento. Tutto nello stile simpatico e ironico di Massimo Lopez, figura da sempre amata dagli italiani. Elegante, brillante e mai volgare nelle sue battute.

Tra una canzona e l’altra, poi, spazio a divertenti gag e monologhi, senza dimenticare – ovviamente – le sue irresistibili imitazioni.



In questo articolo: