“A tavola con Gio Ponti – Gli angeli apparecchiano”, a Maglie una mostra sul celebre architetto e designer

La mostra verrà inaugurata lunedì 1 agosto e si concluderà il 30 settembre, presso il Museo Civico di Paleontologia e Paletnologia.

Un progetto espositivo dedicato a rapporto tra l’artista e la progettualità della Tavola.

Tutto pronto presso il Museo Civico di Paleontologia e Paletnologia di Maglie, dove, lunedì 1 agosto verrà inaugurata la mostra dal titolo “A tavola con Gio Ponti – Gli angeli apparecchiano”.

L’esposizione, che terminerà il 30 settembre, si sofferma sull’ampia opera di questo straordinario maestro internazionale del design, padre nobile del progetto, considerato dal mondo della critica un precursore.

“’A tavola con Gio Ponti – Gli angeli apparecchiano’” è una mostra dedicata alla creatività e alla visione dell’architetto Gio Ponti per la sua tavola apparecchiata attraverso una sinfonia di forme straordinarie, di pattern e di colori che esplodono creando un unicum che si contamina all’interno del Museo Paleontologico di Maglie con i racconti dei reperti antropici della preistoria salentina e con le conoscenze del più remoto passato dell’Italia meridionale”, spiegano Cintya Concari e Roberto Marcatti, gli architetti curatori.

La mostra, resa possibile per il generoso contributo del Gio’ Ponti Archives, del Mumac, di collezionisti privati e di prestigiose aziende che partecipano con proprie produzioni uniche e preziose scaturite dalla vena artistica di Ponti, fa riferimento all’attenzione per l’artigianato e la tradizione della cultura mediterranea in una continuità tra tradizione ed innovazione.

Un design quello di Gio Ponti che contribuisce a esaltare le “diversità” della nostra società e a rivendicare la necessità di esprimerle attraverso la cultura del progetto.

“La grande passione di Ponti per la casa è ben descritta dai suoi tanti oggetti di ceramica e porcellana realizzati per la Richard-Ginori, dai vetri, dalle lampade, dai ricami e dalle stoffe, dagli argenti e dai metalli, oggetti per la casa ma soprattutto “per la tavola”, per vivere la cultura mediterranea nella ‘casa all’italiana’”, dichiara, invece, Ugo La Pietra, designer e teorico tra gli autori dei contributi in catalogo.

(ph. OP-Fot_book FontanaArte 2020_200728_NNZ_4091-HDR)



In questo articolo: