La Costituzione compie 70 anni, a Caprarica il ricordo di Sandro Pertini

Giovedì 21 dicembre Caprarica vuole ricordare i 70 anni di vita della Costituzione con la presentazione del libro “Gli Impertinenti”che vede come protagonista l’amato Presidente Pertini.

sandro-pertini

Ricorre quest’anno il 70esimo anniversario della Carta Costituzionale della Repubblica Italiana, approvata dall’Assemblea Costituente il 22 dicembre del 1948, promulgata cinque giorni dopo, ed entrata in vigore a Capodanno del 1948. Una data storica per la storia moderna del nostro Paese: una data in cui l’Italia, uscita dilaniata dalla Seconda Guerra Mondiale, si è data le fondamenta del vivere civile.

Tante le iniziative pensate per l’importante ricorrenza anche in Salento. Tra queste si inserisce quella ideata per giovedì 21 dicembre dall’Amministrazione Comunale di Caprarica di Lecce che,  d’intesa con la Dirigenza dell’IC di Calimera, Caprarica e Martignano, ha voluto celebrare i 70 anni della Costituzione presentando ai bambini ed ai ragazzi di IV e V Primaria, I, II e III Secondaria il valore storico della nostra Carta Madre.

Con il prof. Cuccodoro la presentazione del volume

pertini-costituzione-caprarica
La locandina dell’evento

Il Comune di Caprarica ha scelto di farlo con uno dei maggiori esperti costituzionalisti, il Prof. Cuccodoro, docente di Diritto Costituzionale di UniSalento e coordinatore nazionale dell’Osservatorio istituzionale per la libertà e la giustizia sociale “Sandro e Carla Pertini”, e per il tramite di quella che forse  è la figura più amata e “simpatica” della Storia Repubblicana: il Presidente Pertini – già importante membro dell’Assemblea Costituente.

Sarà questa,  infatti, l’occasione per presentare la nuova edizione edita da Volier Ed. de ‘Gli Impertinenti – Il Viaggio di Sandro e Carla Pertini, per l’Italia di oggi’. Un testo intriso di umanità, di emotività: aspetti che hanno accompagnato il capo dello Stato più amato d’Italia, testimone delle fasi più dure della storia dello Stivale sin dalla tenera età, quando ha combattuto nella Resistenza al fascismo.

“Un Presidente anche attuale – spiegano gli organizzatori –  ed a suo modo profetico. Il 16 ottobre 1981, in un discorso da lui pronunciato alla FAO nella prima Giornata mondiale dell’alimentazione, affermò: ‘Ricchi e poveri siamo tutti legati allo stesso destino. La miseria degli altri potrebbe un giorno non lontano battere rabbiosa alla nostra porta. Esiste un legame di reciproca interdipendenza fra crescita del mondo industrializzato e sviluppo di quello emergente’. Dobbiamo restituire ai popoli il senso dell’unità del pianeta”, concludono.

Appuntamento quindi per domani, giovedì 21, dalle ore 10 presso la Biblioteca scuola “Antonio Verri” di Caprarica.


In questo articolo: