‘Teatri a Sud’, Astràgali mette in scena Calvino

Domenica 10 Ottobre 2021 dalle ore 17:30 presso la Distilleria De Giorgi – San Cesario Di Lecce, sarà rappresentato Le stagioni in città, primo spettacolo della rassegna dedicata ai ragazzi. 

“II vento, venendo in città da lontano, le porta doni inconsueti, di cui s’accorgono solo poche anime sensibili, come i raffreddati del fieno, che starnutano per pollini di fiori d’altre terre”.  Tra queste poche anime sensibili c’è Marcovaldo e non perché sia un “raffreddato del fieno” ma perché ha “un occhio poco adatto alla vita di città”: il suo sguardo non è attratto da quegli elementi cittadini studiati appositamente per attirare l’attenzione e dunque “cartelli, semafori, vetrine, insegne luminose, manifesti”, ma da tutto quello che, tra le strade della metropoli, può ricongiungerlo alla natura. Allora là, alla fermata del tram che attende ogni mattina, tra gli altri pendolari insonnoliti, Marcovaldo è il solo ad accorgersi di quel soffio di vento che porta in città “doni inconsueti”. Mentre carica e scarica le casse della ditta “Sbav” per la quale lavora da manovale, Marcovaldo cerca “le stagioni in città”, cammina tra gli edifici della metropoli con il “naso per aria” alla ricerca di una Natura che, però, la vita artificiale ha ormai compromesso.

Alla raccolta di racconti di Italo Calvino dal titolo “Marcovaldo ovvero Le stagioni in città” è ispirato lo spettacolo “Le stagioni in città” che sarà messo in scena da Astràgali Teatro domenica 10 ottobre alle ore 17.30 presso la Distilleria De Giorgi (San Cesario di Lecce). Lo spettacolo apre la rassegna della sezione di teatro per ragazzi del progetto “Teatri a Sud. Astràgali 40 anni di teatro”. Il progetto è sostenuto dal Ministero della Cultura e dalla Regione Puglia e, fino al mese di dicembre, propone spettacoli, laboratori, concerti, seminari nonchè la quarta edizione del Premio Teatrale Marcello Primiceri.

Le stagioni in città” – con Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Matteo Mele, Samuele Zecca per la regia di Fabio Tolledi – ripropone il rapporto tra l’uomo e la natura affrontato da Calvino attraverso le avventure del personaggio di Marcovaldo, mettendo in scena gli episodi narrati nei racconti in un susseguirsi di sketch che restituiscono allo spettatore la riflessione calviniana sulla società dei consumi.  .Nella reinterpretazione di Astràgali delle venti novelle di Marcovaldo, dedicate ciascuna a una stagione in un ripetersi del ciclo delle quattro stagioni per cinque volte, una qualsiasi giornata di Marcovaldo si trasforma in un’esperienza unica e semplici episodi quotidiani diventano sguardi curiosi sul mondo, tentativi di recuperare il rapporto con la natura celata “in mezzo alla città di cemento e asfalto”.

La sezione degli spettacoli dedicati ai ragazzi con “Storia di Bella” del Teatro le Forche, liberamente ispirato alla storia “La Penta mano-mozza” de “Lu Cunto De Li Cunti” di Gianbattista Basile con Giancarlo Luce e Cilla Palazzo (domenica 24 ottobre – ore 17:30), “Il meraviglioso viaggio di Ulisse” uno spettacolo di teatro d’ombre e racconto d’attore del Teatro Le Giravolte con Renato Grilli e Francesco Ferramosca (sabato 13 novembre – ore 17:30) e “Bartolomeo e Cioppina”, una produzione Diaghilev di e con Dejanira Dragone e Carmine Basile (domenica 5 dicembre – ore 17:30).

Info e prenotazioni: 3892105991 – teatro@astragali.org –  www.astragali.it



In questo articolo: