A Parabita, la prima esposizione di arte contemporanea permanente

Nelle edicole votive del centro storico, sarà possibile visitare una costellazione di opere appartenenti a sedici artisti contemporanei

Il Comune di Parabita, accoglie e promuove l’arte contemporanea attraverso la prima collezione permanente di arte pubblica.
Nelle edicole votive del centro storico di Parabita, infatti, da sabato 11 maggio, sarà possibile visitare una costellazione di opere appartenenti a sedici artisti contemporanei, che inaugurano un nuovo capitolo fatto di cultura, arte e bellezza.

Votiva‘ è il progetto dedicato alla realizzazione di una collezione di arte contemporanea permanente, aperta a tutti e di interesse nazionale, attraverso la riattivazione delle edicole votive storiche che caratterizzano il centro storico e i borghi parabitani.
Il progetto, nell’ambito di Parabita per il contemporaneo, è a cura di Laura Perrone e Flaminia Bonino, con la direzione artistica di Giovanni Lamorgese, mentre sono sedici gli artisti italiani e internazionali invitati a partecipare a ‘Votiva’, in occasione della sua inaugurazione.

Le opere concepite per l’occasione disegneranno un itinerario per tappe che attraversa il centro storico di Parabita, trasformandosi in strumenti di dialogo unici nel proprio genere e legati alle specifiche ricerche di ogni artista coinvolto.
Con ‘Votiva’ l’edicola, nata come testimonianza della spiritualità popolare, diventa spazio a favore dell’espressione artistica e terreno fertile per la rigenerazione della connessione comunitaria.

Spiega Stefano Prete, Sindaco di Parabita: “con ‘Votiva’ miriamo a creare occasioni di stupore e a realizzare un vero e proprio generatore di bellezza. Traendo ispirazione dalle decine di edicole storiche, troppo spesso abbandonate a sè stesse, l’arte contemporanea invita alla cura della cosa pubblica e innesca nuove pratiche di inclusione e vicinanza, in perfetta sinergia con le iniziative messe in campo dall’amministrazione comunale degli ultimi anni”.