La curva dei contagi sale e Elettra Lamborghini cancella tutti i concerti, ma a Gallipoli…

Elettra Lamborghini, finita sotto accusa per le immagini durante la serata in una discoteca di Gallipoli, ha deciso di cancellare tutte le date del suo tour.

«Ho deciso di cancellare tutti i miei concerti vista la situazione Covid… riconosco che non è il momento… ci è stata data l’opportunità e vi ringrazio tutti, ma non siamo ancora pronti». Con queste poche parole, scritte nero su bianco sui suoi seguitissimi social, La regina del twerking Elettra Lamborghini ha deciso di mettere in pausa il suo tour estivo in giro per l’Italia a causa dell’emergenza sanitaria.

Probabilmente a spingere l’ereditiera a prendere questa decisione sono state le polemiche, a dir poco accese, dopo le “storie” condivise su Instagram durante la serata del 14 agosto a Gallipoli. Scene di “assembramenti” che, inutile dirlo, sono diventate virali. Non poche le critiche alla regina delle classifiche anche in questa estate targata dal Coronavirus grazie al brano tormentone «La Isla» con Giusy Ferreri. Tutto questo proprio mentre Governo e Regioni discuteva della possibilità di chiudere le discoteche.

Insomma, la “prospettiva” non è bastata a giustificare il comportamento di tanti giovani che si sono scatenati in pista senza mascherina, nonostante l’obbligo, e senza la distanza di sicurezza di un metro, anzi due richiesta. E non era nemmeno la prima volta, stessa discoteca, stesse scene, stesse polemiche anche dopo il live con Fred De Palma e, ancor prima, con Bob Sinclair.

Essere finita al centro delle discussioni deve aver toccato la cantante che ha singolo Musica (E il resto scompare). Così, guardando anche la curva disegnata dai contagi e considerando l’emergenza coronavirus tutt’altro che finita, la Lamborghini ha deciso di tornare sui suoi passi. Niente palco, fino a data da destinatarsi come ha fatto anche il dj Gigi D’Agostino nei giorni scorsi ha annullato una sua serata in discoteca onde evitare assembramenti, spiegando di farlo «per il bene delle persone»



In questo articolo: