“Si può fare di più”, Luigi Mastria protagonista di un nuovo evento di successo

La manifestazione si è svolta a Torre Pali. Il Patron, si è avvalso della collaborazione dell’associazione “A.P.S Controcultura” di Erchie.

Erano circa un centinaio gli spettatori paganti per lo spettacolo “Si può fare di più” di Luigi Mastria, evento nato da una costola di “Moda in Passerella”. Tra i partecipanti anche Max Battaglia speaker radiofonico di Radio Orizzonti Activity

L’evento si è svolto a Torre Pali, giovedì 7 febbraio presso l’albergo e ristorante “Le Voilier”. Questa volta il Patron, si è avvalso della collaborazione dell’associazione “A.P.S Controcultura” di Erchie.

Lo show – che ha diversi richiami a quello che è ormai la sua manifestazione principe (come la regia di Giuliano Serafino) – è iniziato con i consueti convenevoli del patron che ha chiamato alcuni ragazzi e ragazze per farli sfilare in abiti eleganti. I nomi scelti per questa serata sono stati quelli di: Valentina D’Aversa, Jennifer Sansò, Deborà Calì, Leila Otmani, Virginia Salsetti, Luca Bove, Marco Caggiula, Francesco Antonazzo e Daniele Greco. Gli stessi, poi, lo hanno supportato nel corso della manifestazione. Durante la serata, inoltre, Mastria ha allietato l’atmosfera cantando insieme a loro diverse canzoni di successo che hanno fatto la storia di Sanremo.

C’è stato spazio anche per le prime selezioni del concorso “Art Music Contest” organizzato dall’associazione “A.P.S. Controcultura” le cui semifinali sono in programma per le giornate del 21 e 22 settembre, mentre la finale è prevista per il 5 novembre. A comporre la giuria: Antonella Ciccarese (presidente dell’associazione), Giusy Ciccarese (vicepresidente), Simone Ciccarese, Piero Mancarella ed Antonio Margheriti.

I cantanti che hanno superato la fase eliminatoria sono stati: Francesco Lessone Giuseppe Valente Leila Otmani Marco Caggiula Matteo Branca Roberta Aiello Roberta Mercuri Antonio Sperti.

Per la sezione musicale hanno avuto accesso alla semifinale: Francesco Antonazzo (Tamburello e Jambè)-Jennifer Sansò (tastiera) per suddividere le selezioni fra canto e strumentali, Debora Calì e Virginia Salsetti si sono esibite in una pizzica (fuori concorso) accompagnate dai tamburellisti Francesco Antonazzo ed Emanuel Calì. Per concludere la serata si è svolta una selezione dei migliori brani dance anni ’90 e 2000 per far ballare tutti gli ospiti.

In ultimo il titolare del locale ha tenuto a ringraziare tutto lo staff di Luigi Mastria chiedendo, inoltre, la possibilità di ripetere la serata.



In questo articolo: