Elezioni regionali, Adriana Poli Bortone: “non sono motivata a fare campagna elettorale per Fitto”

In un’intervista ad Affaritaliani.it, Adriana Poli Bortone, si schiera contro l’ipotesi della candidatura di Raffaele Fitto alle elezioni regionali

Non ha mai digerito quello che considera un autentico ‘sgambetto’ di Raffaele Fitto che, nel 2010, si oppose alla sua candidatura alla Presidenza della Regione Puglia, puntando tutto su Rocco Palese. Non solo non ha mai dimenticato quell’episodio, ma Adriana Poli Bortone lo ha ricordato in una lunga intervista ad Affaritaliani in cui mette la pietra tombale sulla possibilità che il Movimento Sociale Fiamma Tricolore possa sostenere la candidatura dell’europarlamentare magliese se dovesse scendere in campo contro Michele Emiliano nell’appuntamento elettorale di primavera. Non è soltanto una questione di nomi, ma anche di metodo che la Lady di ferro non condivide.

«Per le elezioni regionali – sostiene – ci sono tantissime realtà locali che possono fare la differenza e che vanno ascoltate». E nella scelta del nome, secondo l’ex sindaco di Lecce, il ‘civismo’ merita di essere ascoltato, di entrare a far parte del tavolo.

È un vero e proprio braccio di ferro quello tra la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che in ogni occasione utile ripete che i “patti devono essere rispettati” e il Segretario del Carroccio che non ha ancora sciolto le riserve sul candidato del Centrodestra.

«Alle Europee – ha dichiarato la Poli –  Fitto ha preso nella circoscrizione meridionale 82mila voti, anziché i 300mila della volta precedente, si tratta indubbiamente di un campanello d’allarme».

Poi la chiusura: «Personalmente non sono motivata a fare campagna elettorale per Fitto e parlo di fatti oggettivi. L’ipotesi non mi trova entusiasta. Per niente».

«Possibile – continua –  che tra centinaia di migliaia di persone in Puglia non ci sia un imprenditore o una persona che comunque non ha a che fare con la politica, ma che ha dimostrato qualità nel campo economico, che possa risollevare la Regione?».

L’ultima domanda è quella che lascia aperto qualche dubbio sulle possibili mosse dell’ex senatrice che, voci di corridoio, vogliono pronta a mettersi di nuovo in gioco: “Se il Centrodestra alla fine candidasse Fitto, il Movimento Sociale Fiamma Tricolore si presenterebbe con un proprio candidato alternativo?”

«Al momento non glielo so dire – risponde – ci fermeremmo a fare una riflessione per valutare e vedere quale sia la convenienza politica».



In questo articolo: