Metro in crisi aziendale? Da Lecce i dipendenti chiedono lumi

Dipendenti Metro Lecce in protesta davanti alle porte della sede per conoscere gli esiti della trattativa nazionale condotta dai sindacati. Dipendenti in bilico.

La crisi economica delle aziende sembra non conoscere fine. Ed ora in stato di agitazione sono i dipendenti della Metro, il noto Cash&Carry che rifornisce ristoranti, bar, hotel, negozi alimentari, aziende e professionisti.

A causa di crisi aziendale – così come hanno riferito i vertici Metro – i tre punti vendita di Bari, Catania e Verona sono a rischio chiusura. Ed ora tremano anche i dipendenti della sede di Lecce che sorge nei pressi della superstrada per Brindisi.

Valentina Fragassi, segretaria provinciale Filcams Cgil, spiega “Siamo in attesa dei risultati della trattativa che si sta compiendo in queste ore a Milano dove alcuni i rappresentanti sindacali stanno chiedendo lumi all’azienda”. I dipendenti , in cassa integrazione da un anno, si dicono persi perché non stanno arrivando notizie certe per conoscere il prossimo futuro.

“Chiediamo di sapere le intenzioni di Metro, facendo pressing sull’azienda e dimostrando solidarietà ai dipendenti baresi che dall’oggi al domani  si troveranno in strada senza un lavoro”.

I lavoratori, quindi, sono in stato di agitazione e fino a che non si conosceranno gli esiti dell'incontro milanese rimarranno davanti alle porte della sede leccese, così come stanno facendo i loro colleghi in tutta Italia.



In questo articolo: