Silvia Pispico fa un passo indietro. Ritirata la candidatura in appoggio a Schittulli

Il Segretario Provinciale di Fratelli d’Italia non si presenterà alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale. ‘Il mio passo indietro, vuole essere un invito all’unità delle forze e degli intenti, indispensabile per vincere la prossima tornata elettorale in Puglia’.

A poco più di un mese dalla chiamata alle urne, il prossimo 31 maggio, giorno in cui i pugliesi si recheranno ai seggi per rinnovare il Consiglio Regionale, mentre il centrosinistra viaggia spedito, apparentemente senza problemi, affidando le sue speranze di vittoria all’ex Sindaco di Bari, Michele Emiliano, nel centrodestra, invece, regna il caos più totale.

La guerra ingaggiata tra il leader nazionale di Forza Italia, Silvio Berlusconi e il suo ex delfino, plenipotenziario del partito azzurro in Puglia, Raffaele Fitto, ha portato alla candidatura di due distinte figure: l’ex Ministro e Sindaco di Lecce, Adriana Poli Bortone, esponente del movimento Fratelli d’Italia che fa capo alla Deputata Giorgia Meloni, in rappresentanza del centrodestra, per così dire, ufficiale guidato dal Cavaliere e quella dell’oncologo Francesco Schittulli, che correrà per l’ala “ribelle” dei “Ricostruttori” dell’ex Governatore di Puglia.

A nulla è servito il richiamo all’unità di Giorgia Meloni che ha chiesto alla “Lady di Ferro” un passo indietro, il centrodestra, a meno di clamorosi  ripensamenti, nella corsa a Lungomare Nazario Sauro correrà con due concorrenti.

Alla luce di quanto sta accadendo arriva la notizia, Silvia Pispico, Segretario Provinciale di Lecce di Fratelli d’Italia, ritira la sua candidatura in appoggio a Francesco Schittulli. Motivo? La situazione creatasi è incompatibile con la sua discesa in campo.

“Il mio passo indietro, vuole essere un invito all’unità delle forze e degli intenti, indispensabile per vincere la prossima tornata elettorale in Puglia”, afferma in una nota stampa.

“Lo scenario politico si è complicato notevolmente e sono venuti a mancare i presupposti di una sana competizione elettorale, per quanto io mi auguro che fino alla data di presentazione delle liste, ogni cosa possa volgersi al meglio.

Ci tengo a sottolineare, però, che il mio gesto non  va letto come un atto di rifiuto e non si pone in contrapposizione a nessuno. Al contrario, ringrazio l’offerta del professor Schittulli che ammiro sia sul piano professionale che su quello politico e, allo stesso modo, non è diminuita la mia stima per Adriana Poli Bortone, personalità di alto profilo istituzionale: le pedine dello scacchiere politico regionale hanno cambiato di posto, rapidamente, ma io tengo a perseguire ancora l’obiettivo di una profonda unità, sia sul piano locale che su quello nazionale, centrata su temi di fiscalità, innovazione, ricerca e fortemente proiettata in Europa”.

Ma Silvia Pispico tende a precisare anche la sua ferma intenzione di non abbandonare i suoi ideali legati alla “Destra” più vera del Paese, né verrà meno il suo impegno civico e politico. Ma l’attuale scenario della destra pugliese, non è proprio compatibile con la sua discesa in campo.



In questo articolo: