Pe(n)sa differente, riflettori accesi sull’ottava edizione

L’appuntamento è a Palazzo Vernazza, nel centro storico di Lecce, l’11, 12 e il 13 giugno. Tre giorni ricchi di approfondimenti sul tema, con i disturbi alimentari in aumento esponenziale nei Paesi industrializzati e non solo, ma anche di incontri culturali e scientifici.

Una campagna internazionale di sensibilizzazione, informazione e formazione su anoressia, bulimia, obesità inserita all’interno di una tre giorni ricca di approfondimenti scientifici e dibattiti sui disturbi collegati all’alimentazione. Parte l’ottava edizione di “Pe(n)sa differente. Festeggia il tuo peso naturale!”. Il festival dell’espressione creativa ha tra i suoi obiettivi principali quello di celebrare la bellezza in tutte le sue forme e di aprire fronti di riflessione su tutte le tematiche connesse all’argomento della manifestazione.

L’appuntamento è a Palazzo Vernazza, nel centro storico di Lecce, l’11, 12 e il 13 giugno. Tre giorni ricchi di approfondimenti sul tema, con i disturbi alimentari in aumento esponenziale nei Paesi industrializzati e non solo, ma anche di incontri culturali e scientifici e di iniziative legate al cinema, al teatro, alla danza e all’arte in generale, con mostre ed esposizioni a tema. La manifestazione, che si avvale della partnership del Comune e del patrocinio e della collaborazione della Asl di Lecce, è cresciuta sempre di più negli ultimi anni ed è arrivata alla sua ottava edizione. L’iniziativa prese avvio nel 2008 all’interno del programma ministeriale nazionale “Guadagnare la Salute. Rendere felici le scelte salutari”, programmata nell’ottica di una generale necessità d riduzione dell’incidenza e della prevalenza di patologie che riguardano un’alterata percezione del sé, emozionale e corporeo.

L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Vernazza alla presenza del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, del direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl di Lecce, Serafino De Giorgi, di Caterina Renna, responsabile del Centro per la cura e la ricerca sui disturbi alimentari e di Giovanni Gorgoni, direttore dell’Asl Lecce. La manifestazione è presentata ed organizzata da Onlus Salomè, associazione scientifico-culturale, e da Big Sur, laboratorio di immagini e visioni. L’iniziativa si ripromette di promuovere la costruzione di quegli anticorpi necessari a non cadere vittime della fuga da se stessi, dalla non accettazione, dall’analgesia emotiva, dell’intolleranza, di tutto ciò che in generale produce comportamenti a rischio o violenza verso sé e gli altri. Per il programma dettagliato della tre giorni basta collegarsi sul sito www.pensadifferente.it; mentre per ulteriori info bisogna rivolgersi al 347.1040009, o agli indirizzi mail, [email protected], [email protected]

“Esperienza inedita soprattutto se si decide di svolgere questa manifestazione in questa location”. Ha commentato così la valenza dell’evento il presidente Giovanni Gorgoni che ha poi continuato: “Da non profondo conoscitore della materia alimentare, invito tutti a venire a visitare questa mostra di questi tre giorni per saperne di più. Venite a vederla e portate a vederla. Un approccio non adeguato a questi problemi è molto più diffuso di quel che noi possiamo pensare e tutto ciò che è alimentazione e cibo acquisisce ormai connotazioni molto importanti”. Sull’importanza della manifestazione gli fa eco il sindaco Paolo Perrone che dice: “L’ottava edizione della manifestazione dimostra che questa è un’iniziativa che con gli anni si rafforza sempre di più. Il merito è di chi ci crede e ci ha sempre creduto e ha fatto in modo di creare la giusta attenzione attorno all’evento. L’esigenza di informazioni accessibili a tutti sull’argomento può essere soddisfatta attraverso quest’iniziativa che spero sia ancor più seguita rispetto agli altri anni”. 



In questo articolo: