Braglia è pronto per il Cosenza: ‘Voglio un Lecce determinato. Non c’è De Feudis, ma torna Abruzzese’

Per la gara di domani contro il Cosenza, già affrontato in settimana nell?impegno di Coppa di Lega, il Lecce di mister Braglia ritrova Papini, ma deve rinunciare a Salvi e De Feudis. Il tecnico carica i suoi: ‘Siamo chiamati ad una grande partita’.

È tutto pronto in casa Lecce per la sfida di domani pomeriggio contro il Cosenza. Il match, valido per l’undicesima giornata di campionato, dovrà certamente segnare per i giallorossi un riscatto dopo il brusco stop della scorsa settimana contro l’ex fanalino di coda Catanzaro e che ha interrotto la striscia positiva di tre successi consecutivi.

Lo sa bene questo mister Piero Braglia, il quale, dopo aver superato in settimana proprio il Cosenza nella Coppa Italia di Lega, ha cercato di mantenere alto il morale dei suoi. Così, dopo l’allenamento di rifinitura di questa mattina presso l’Acaya Golf Club, e dopo aver diramato la lista dei convocati, si è presentato in sala stampa per presentare, come di consueto, la sfida domenicale.

‘Sarà sicuramente una sfida diversa rispetto a quella di mercoledì – ha esordito il tecnico. Non ci dimentichiamo che in classifica sono davanti a noi, a due lunghezze dalla vetta. Sono una buona squadra, con delle individualità interessanti. Raimondi, ad esempio, che conosco dai tempi della Juve Stabia, è capace di creare parecchie insidie’.

Invitabile non parlare della condizione dei suoi uomini, apparsi in calo nei secondi tempi delle ulitime gare. ‘Non credo che sia questione fisica, ma forse mentale: ci rilassiamo un po’ troppo. Non so cosa si aspettano dagli avversari dopo esser passati in vantaggio: dobbiamo inventarci qualcosa per rilassarci meno. Per domani, comunque, non ho dubbi: Curiale è ovviamente riconfermato e si deve aiutare da solo, lo ribadisco. Non possiamo stare sempre a proteggerlo anche perché ci sono elementi in rosa che possono insidiare la sua maglia da titolare. Spero, ad ogni modo, che tutti inizino a calarsi seriamente nella mentalità della categoria, altrimenti non andiamo da nessuna parte. La mia fiducia è riposta in ogni elemento a mia disposizione: a Catanzaro abbiamo perso per tre grossolani errori, che a dire il vero abbiamo commesso anche nelle partite precedenti ma siamo stati fortunati a non subire gol, e questo non può più accadere. È chiaro che domani noi dobbiamo vincere, disputando una grande partita e per tutti i novanta minuiti’.

Certamente l’infermeria dei salentini si è svuotata, ma non mancano alcune problematiche dovute ad alcune assenze eccellenti. Tra i convocati, infatti, non figurano il portiere Max Benassi (comunque impegnato in settimana nella trasferta di Coppa in Calabria), il centrocampista Stefano Salvi, ancora fermo ai box, e, novità dell’ultima ora, Giuseppe De Feudis. Disponibile, invece, Romeo Papini che ha scontato il turno di squalifica. ‘De Feusdis ha avuto una forma influenzale e un problema alla caviglia e, quindi, resterà a casa. Al suo posto dovrò sceglierne uno da Vecsei e Suciu. Surraco, invece, rientrato pienamente a disposizione, sa perfettamente quello che non deve fare: giocherà perché è un grande giocatore’. Capitolo Abruzzese: ‘domani Giuseppe gioca perché deve iniziare a prendersi le sue responsabilità dimostrando il suo reale valore’. Si era parlato anche di un piccolo acciacco di Moscardelli, ma Braglia chiarisce: ‘E’ convocato e quindi pienamente arruolabile’.

Questa, quindi, la lista dei 22 calciatori convocati:
Portieri: Bleve, Perucchini.
Difensori: Abruzzese, Beduschi, Camisa, Cosenza, Freddi, Gigli, Legittimo, Lo Bue, Liviero.
Centrocampisti: Carrozza, Lepore, Papini, Pessina, Suciu, Vecsei.
Attaccanti: Curiale, Diop, Doumbia, Moscardelli, Surraco.

Al ‘Via del Mare’ dirigerà l’incontro il sign. Paolini di Ascoli, con fischio di inizio fissato per le ore 15.



In questo articolo: