Serie A, rivoluzione nei diritti Tv. Dazn trasmetterà le partite per i prossimi tre anni

Il canale si è aggiudicato due pacchetti di sette partite del massimo campionato. Restano da assegnare le ultime tre in co-esclusiva per cui la rete di Murdock ha offerto 70milioni di euro.

Hanno votato a favore solo Genoa, Crotone, Sampdoria e Sassuolo, per il resto è stato un plebiscito rivolto al cambiamento e per il quale si sono espressi in favore Atalanta, Benevento, Bologna, Cagliari, Fiorentina, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma, Roma Spezia, Torino e Udinese.

Una vera e propria rivoluzione quella che si è avuta oggi nel corso dell’Assemblea della Lega di Serie A, un cambiamento che ha riguardato l’assegnazione dei diritti Tv per trasmettere le sfide del massimo torneo per i prossimi tre anni.

Dopo che sin dagli arbori della televisione via cavo Sky ha sempre fornito le immagini delle partite, dal prossimo campionato e per tre anni il compito spetterà a Dazn.

Con 14 voti favorevoli e quattro contrari, il canale di video streaming online si è assicurato il servizio.

L’emittente britannica ha messo sul piatto 840milioni di euro a stagione per aggiudicarsi i pacchetti 1 e 3 che comprendono 7 gare in esclusiva.

Ancora da assegnare il pacchetto 2 che comprende le rimanenti 3 in co-esclusiva per il quale l’emittente di Rupert Murdock ha offerto la cifra di 70milioni. Le trattative sono ancora aperte, ma il tempo stringe, perché la decisione finale verrà presa il 29 marzo.



In questo articolo: