Lecce-Spal 1-2, giallorossi irriconoscibili cadono in casa e interrompono la serie positiva. Salernitana a – 1

Con i gol di Valoti e Okoli gli estensi si impongono al “Via del Mare”. A nulla serve il pareggio di Majer. I campani recuperano tre punti. Sabato c’è il Vicenza.

E alla fine l’impresa non è riuscita. La Spal batte il Lecce al “Via del Mare per 2-1 e i giallorossi, complice la vittoria della Salernitana, riducono il vantaggio sui campani a solo un punto.

Consolidare, o per lo meno mantenere inalterato, il distacco dalla terza e dalla quarta ed entrare ancora di più nella storia, superando il record di sei vittorie consecutive, allo scopo finale di inserire nel mosaico un’ulteriore tessera e raggiungere il tanto sperato sogno della promozione diretta in Serie A.

Sono state queste le premesse dei giallorossi che, nel pomeriggio di oggi, sono scesi sul terreno di gioco dello stadio “Via del Mare”, nella sfida che li ha visti opposti alla Spal.

La compagine estense, fresca di cambio di allenatore, ha conquistato cinque punti su tre partite disputate e per la matematica ha ancora la possibilità di raggiungere il secondo posto.

In occasione della partita contro la contro la compagine estense, mister Eugenio Corini, come accaduto la settimana scorsa, a parte i lungodegenti Mancosu, Listowski e Adjapong, ha a disposizione l’intera rosa e sceglie quindi di affidarsi al ritorno di Meccariello dal primo minuto, mentre, nel ballottaggio per il ruolo di metronomo del centrocampo, nel ballottaggio tra Julmand e Tachtsidis, ad avere la meglio è il giovane danese.

La formazione iniziale

Il Lecce si schiera quindi in campo con il consueto 4-3-1-2 con Gabriel tra i pali; difesa composta da Maggio, Lucioni, Meccariello e Gallo; Bjorkengren, Hjulmand e Majer in mediana; Henderson a supporto del tandem d’attacco Coda-Pettinari.

Il primo tempo

Il primo tiro della gara è della Spal al non con la conclusione da fuori di Strefezza alta di non molto.

Spal in gol

Al 13mo arriva il vantaggio della Spal, tiro da fuori della compagine di Rastelli, il pallone viene rimpallato fuori, la sfera arriva sui piedi di Valoti che, lasciato colpevolmente solo, si gira con il destro e con un rasoterra trafigge Gabriel.

Majer pareggia

Al 18mo, al primo tiro in porta, i giallorossi pareggiano. percussione di Henderson in area che copre la palla, si accorge dell’arrivo di Majer e passa al compagno che con un rasoterra chirurgico deposita alle spalle di Berisha.

Al 29mo estensi vicini al gol con il tiro di Di Francesco di poco fuori. Al 35mo Gallo ci prova dal limite, ma la sfera va alle stelle.

Il secondo tempo

La ripresa si apre con un cambio tra le file dei giallorossi, fuori Majer e dentro Tachtsidis, con il danese a fare da mezz’ala e il greco da metronomo.

Spal nuovamente in vantaggio

Al decimo, arriva il nuovo vantaggio estense. Schema da calcio d’angolo per gli uomini di Rastelli, crossa, la sfera supera tutti e arriva sulla testa di Okoli che indisturbato appoggia in rete alle spalle di Gabriel.

Al 13mo buona occasione per i salentini con la botta dal limite di Hjulmand parata in due tempo da Berisha. I giallorossi si buttano a capofitto alla ricerca del pareggio ma, a parte qualche tiro dalla bandierina, non creano particolari affanni alla difesa degli emiliani. Al 29mo il tiro telefonato di Rodriguez dal limite viene parato da Berisha. Al 33mo Gabriel salva su Sernicola. Al quarto minuto di recupero il colpo di testa di Stepinski su cross di Tachtsidis fa la barba alla traversa.

Un Lecce irriconoscibile mostra il fianco alla Spal e non solo interrompe il ciclo di vittorie consecutive, ma anche quello dei risultati utili. I giallorossi non sono mai stati in partita, hanno concesso troppo agli avversari e sbagliato tantissimo. Una gara giocata dagli uomini di Corini in maniera confusionaria, senza mai, creare pericolo alla porta difesa da Berisha. Dal canto loro, gli estensi, hanno avuto una condotta di gioco attenta e ingabbiato la manovra dei giallorossi che oggi, proprio non sono scesi in campo. Sabato si torna in campo nella sfida contro il Vicenza. 

Tabellini

U.S. Lecce: 21Gabriel, 2 Maggio, 5 Lucioni ©, 6 Meccariello, 9 Coda “36 st Yalcin), 20 Pettinari (17 st Rodriguez), 23 Björkengren, 25 Gallo, 37 Majer (1 st Majer), 42 Hjulmand (17 st Nikolov), 53 Henderson (36 st Stepinski). A disposizione: 1 Bleve, 22 Vigorito, 4 Pisacane, 7 Paganini, 10 Yalçin, 14 Stepinski, 16 Nikolov, 17 Dermaku, 24 Zuta, 27 Calderoni, 77 Tachtsidis, 99 Rodriguez. Allenatore: E. Corini

Spal: 1 Berisha, 3 Ranieri, 5 Segre, 8 Valoti © (26 st Asencio), 11 Murgia (17 st Mora), 14 Di Francesco (1 st Floccari), 17 Sernicola, 20 Okoli, 27 Strefezza (37 st Spaltro), 41 Dickmann, 77 Viviani (17 st Missiroli). A disposizione: 12 Galeotti, 22 Thiam, 6 Esposito, 7 Missiroli, 10 Floccari, 19 Mora, 25 Spaltro, 29 Asencio, 33 Peda, 80 Seck, 90 Moro. Allenatore: M. Rastelli

Arbitro: Gianluca Manganiello sez. di Pinerolo. Assistenti: Dario Cecconi sez. di Empoli – Giovanni Baccini sez. di Conegliano. IV Ufficiale: Rosario Abisso sez. di Palermo.

Marcatori: 13 st Valoti (S) 18 pt Majer (L) 10 st Okoli (S)

Note: ammoniti 1 pt Sernicola (S) 33 st Viviani (S) 44 pt Lucioni (L) 12 st Hjulmand (S) 24 st Mora (S) 27 st Nikolov (L) 34 st Strefezza (S) recupero 5 st angoli 6-2 per il Lecce

Per leggere le pagelle di Lecce-Spal, clicca qui.



In questo articolo: