Calciomercato, Lecce spiazzato in difesa: si complicano Pisacane e Struna

Le principali trattative per rinforzare la difesa giallorossa si complicano. Pantaleo Corvino ora deve inventarsi qualcosa di nuovo, mentre la squadra si prepara per la trasferta di Reggio Calabria.

Rischiano di naufragare i principali rinforzi per la difesa seguiti in questi primi giorni di calciomercato dal Direttore Tecnico del Lecce Pantaleo Corvino. La necessità di mettere mano ad una difesa fin troppo bucata come quella giallorossa, aveva portato il club giallorosso a sondare due profili di comprovata esperienza per il cuore del reparto arretrato, cioè quelli di Fabio Pisacane e Aljaž Struna.

Due possibili piste fino a poche ore fa molto calde ma che hanno subito un raffreddamento repentino per motivazioni differenti. Ma andiamo con ordine.

Il Cagliari ha ancora bisogno di lui

Partendo dalla querelle Pisacane, il giocatore classe ’86 per tutta la prima parte di stagione era finito ai margini del progetto tattico del Cagliari, con appena tre presenze in quindici giornate. Poi per i sardi è iniziata una vera e propria moria in difesa, falcidiata dagli infortuni, e nelle ultime due giornate di campionato Eusebio di Francesco lo ha gettato nella mischia (nell’ultima gara contro la Fiorentina figurava tra i titolari). Ad oggi, quindi, gli isolani non possono provarsi di lui e a ciò si deve aggiungere un altro rischio. La dirigenza rossoblu non è contenta della classifica (il Cagliari galleggia pericolosamente sulla zona retrocessione) e la panchina di DiFra – che non vince da dieci giornate e che ha già incassato 9 sconfitte – traballa eccome. E’ chiaro che in caso di esonero, l’arrivo di un nuovo mister bloccherebbe ogni operazione in attesa delle opportune valutazioni.

Sirene dalla A

La principale alternativa a Pisacane, Corvino l’ha individuata in Aljaž Struna. Sloveno, 30 anni, Struna è una vecchia conoscenza del calcio italiano, avendo militato dal 2012 al 2019 al Palermo, con alcune parentesi in prestito al Carpi. Lui, che conosce bene il campionato cadetto (120 presenze), da due stagioni si trova negli Stati Uniti, tra le fila degli Houston Dynamo. Ha voglia, però, di fare ritorno in Italia e Lecce potrebbe essere una destinazione gradita. Su di lui, però, sono forti anche le sirene della capolista Empoli e, soprattutto, del Crotone. La prospettiva di fare ritorno in massima serie da protagonista potrebbe giocare un fattore determinante.

Tutto questo, naturalmente, complica – e non poco – i piani del Lecce.

I giallorossi ad oggi sono comunque concentrati sulla prossima trasferta sul campo della Reggina (si gioca sabato, ore 16). La squadra ieri ha svolto un doppio allenamento all’Acaya Golf Resort, durante il quale hanno lavorato in differenziato Felici, Rodriguez, Falco, Paganini, Calderoni e Adjapong. Questi ultimi due, in particolare, stringeranno i denti, ma il loro impiego a Reggio Calabria è dubbio. I giallorossi oggi pomeriggio svolgeranno un’altra seduta e già nella giornata di domani si trasferiranno in Calabria.



In questo articolo: