Lecce-Cittadella, al via la stagione. Baroni: “Sempre in campo con coraggio, entusiasmo e voglia di combattere”

Alla vigilia della partita di Coppa Italia contro i veneti parla il tecnico dei salentini. Ceesay partirà dall’inizio e Blin sarà impiegato come difensore centrale.

Poco più di 24 ore e dopo tre mesi dall’ultimo impegno prenderà il via la stagione ufficiale del Lecce. Niente più amichevoli, adesso si fa sul serio e domani, i giallorossi scenderanno sul terreno di gioco dello stadio “Via del Mare”, nella sfida che li vedrà opposti al Cittadella, valevole per i 32mi di finali della Coppa Italia.

Mister Baroni, naturalmente, aspetta la rifinitura per decidere tutti i ruoli, ma alcune certezze già ci sono. Blingiocherà da centrale difensivo a Ceesay sarà affidato il centro dell’attacco e Di Francesco sarà della partita.

“Bisognerà fare ancora la rifinitura, ci sono situazioni che devo valutare, inizialmente partirà Ceesay e Di Francesco sarà della partita e proverò Blin da centrale difensivo. Questa settimana abbiamo alleggerito, ma siamo su carichi importanti”, ha affermato il tecnico della compagine salentina alla vigilia della gara.

“Abbiamo fatto un buon lavoro, il gruppo è cambiato di molto, ma sono arrivati giovani interessanti che si sono messi a disposizione con cultura del lavoro, c’è ancora un mese di mercato c’è fiducia nell’Area tecnica che conosce perfettamente le dinamiche di mercato e di campo, certo, in alcuni reparti siamo messi bene, in altri meno, ma la nostra intenzione è quella di preparaci al meglio e stiamo cercando quell’identità che ci ha permesso di fare quello che si è fatto lo scorso anno.

Domani giocheremo con Blin centrale, ma chiaramente cerco di provare tutte le risorse a disposizione. Non sono preoccupato, mai, sappiamo che andiamo ad affrontare un campionato difficilissimo e complicato, ma da parte nostra ci deve sempre essere coraggio, entusiasmo e voglia di combattere. Poi, ripeto, più che guardare agli altri bisogna lavorare su di noi, ma non significa che il Lecce si dovrà difendere per forza, bensì avere idee chiare e giocatori pronti a tutto.

Sarà necessaria grande dinamicità in tutte le fasi e questo può comportare interpretazioni diverse nel corso delle partite, ma stiamo portando avanti qualcosa in cui crediamo con convinzione e determinazione.

Ho scelto di allenarci al mattino, perché è il miglior momento per farlo e per stare un po’ lontani dalle ore più calde, ma anche durante l’anno lo facciamo sempre, tranne la seduta di rientro, quando concedo ai ragazzi la mattinata e poi questo consente anche di pranzare insieme e rinsaldare il gruppo.

Per quel che riguarda il capitano, non buttiamo la fascia in aria e poi qualcuno la prende, ci sono candidati, ma è un ruolo che non può solo dipendere dagli anni e dall’esperienza.

Per noi non esistono mai amichevole, come negli allenamenti bisogna andare forte. Domani è una partita importante con un avversario che è sempre stato un po’ indigesto, mi aspetto subito una prestazione importante anche se sono conscio che ci saranno difficoltà. Ho visto grande applicazione da parte di tutti e questa è il fattore più importante.

Gonzalez sta facendo bene, ma ha carichi di lavoro importante nelle gambe, ma in questo campionato chi va dentro deve dare tutto, se esce una che ha dato il 300% chi gli subentra dovrà dare il 400”.



In questo articolo: