Gonzalez, “Sentito sempre la fiducia di squadra e allenatore. A Empoli per vincere”

Parla il centrocampista spagnolo, il calciatore più in forma dei giallorossi. Lunedì scontro salvezza contro i toscani.

“Contro il Bologna nel primo tempo abbiamo giocato abbastanza bene, nella ripresa si è visto come loro siano una squadra ben costruita e ci hanno messo in difficoltà. Il pareggio è un risultato giusto”, con queste parole il centrocampista Joan Gonzalez, un avvio di torneo decisamente sotto i suoi standard, ma che a partire dalla gara contro la Roma, si è imposto come il calciatore giallorosso più in forma.

L’Empoli

“Lunedì ci sarà l’Empoli e ci stiamo preparando al meglio per cercare di vincere, è una squadra che come noi lotta per la salvezza”.

Le ultime prestazioni

“Sto bene, ma tutta la squadra sta bene e si vede in campo. La Serie A è un Campionato difficile e proviamo sempre a fare del nostro meglio. C’è tanta concorrenza a centrocampo, tutti stiamo facendo bene in quel reparto e quando si gioca bisogna dimostrare quel che si ha e cosa si può dare alla squadra ed è ciò che provo a fare”.

Il ‘periodo nero’

“Anche quando giocavo poco o lo facevo male, ho sempre sentito la fiducia dei compagni e dell’allenatore. Sono situazioni che tutti i calciatori passano e cerchiamo sempre di migliorare”.

Il tiro da fuori

“Abbiamo diverse situazioni per finalizzare l’azione e il tiro dalla distanza è una di quelle, ma non sono il solo a titare da fuori, ci sono anche Oudin e Rafia e possiamo sfruttare questa opzione”.

La Nazionale

“Non so se l’anno scorso ci siano state voci circa una mia convocazione nell’Under 21 spagnola, ma mi farebbe piacere vestire la maglia della Nazionale. Ripeto, non so alcunchè e sto lavorando solo per il Lecce e le altre cose arriveranno da sole e non devo pensare a quelle”.

La Primavera

“Parliamo con Dorgu della nostra esperienza nel Settore Giovanile. Lui è un calciatore fortissimo, ma ci sono altri giovani che si stanno affacciando in prima squadra come Berisha e che fanno molto bene in allenamento”.

Leader

“Quest’anno abbiamo un gruppo dove ci sono molti leader, che cercano di dare forza alla squadra e a noi giovani, Baschirotto e Pongracic in campo dimostrano la loro personalità, soprattutto perché giocano in una posizione del campo nella quale vedono molte situazioni in più rispetto alle altre zone. Ma c’è anche Blin che personalmente mi ha dato tanto”.

Mister D’Aversa

“L’allenatore mi sta aiutando molto, mi ha sempre dato molta fiducia, anche nei periodi in cui giocavo poco e mi diceva di stare tranquillo che la mia occasione sarebbe arrivata”.

La classifica

“Forse abbiamo lascito qualche punto per strada, ma stiamo facendo un buon lavoro e continueremo a farlo perché il nostro obiettivo è la salvezza”.

I gol

“Il primo gol in Serie A contro il Monza lo scorso campionato, mi hanno dato grande soddisfazione, però, il secondo che ho fatto a Verona mi ha dato molta carica, anche se alla fine non abbiamo vinto. Quest’ultima rete l’ho dedicata a mio fratello e mio padre”.

Il finale del girone di andata

“In questo finale di girone di andata, bisogna vincere il più possibile. Dobbiamo pensare, però, partita dopo partita. Si parte lunedì da Empoli e si prosegue con le altre partite. Ma ci sarà sempre bisogno della prestazione, perché senza di quella è difficile vincere”.

I tifosi

“Chiedo ai tifosi di seguirci sempre e di continuare a fare come sempre, perché tutto ciò ci serve e ci dà una grossa mano, sia in casa che in trasferta.



In questo articolo: