Lecce, a Pordenone il play danese. Torna la coppia Coda-Stepinski

Inizia il girone d’andata e il Lecce oggi rende visita al Pordenone: Hjulmand prende il posto di Tachtsidis in regia, in difesa confermato Pisacane.

Un girone dopo le aspettative sono le stesse, ma i volti in campo non saranno del tutto gli stessi. Il Lecce dà il via al girone di ritorno sul campo del Pordenone e allo stadio “Teghil” di Lignano Sabbiadoro è chiamato a dare continuità agli ultimi risultati, ma anche a cambiare passo sul piano del gioco e della convinzione.

A Reggio Calabria e in casa contro l’Empoli, infatti, si è visto un Lecce arrugginito, poco fluido, a tratti impacciato. Un parente ben lontano di quello visto all’opera nella metà del girone d’andata, capace di imporsi ovunque e su chiunque. La scossa è arrivata negli ultimi 15 minuti del match contro la capolista, quando con gli innesti di molti giovani la truppa di Corini è riuscita ad agguantare il pari. Ed sarà proprio dallo spirito battagliero che si dovrà ripartire, con qualche under che avrà la sua opportunità dall’inizio.

A partire dal talento di Morten Hjulmand. Il danese si prenderà le chiavi della manovra, prendendo il posto dello squalificato Tachtsidis. L’altra novità sarà il rientro di Coda che, dopo aver morso il freno nell’ultima giornata, tornerà a far coppia con Stepinski in attacco. Davanti a Gabriel, quindi, fiducia al quartetto composto da Adjapong, Lucioni, Pisacane e Zuta, mentre ad affiancare Hjulmand potrebbero esserci Henderson e l’altro giovane Bjorkengren. Sulla trequarti capitan Mancosu.

Coda in possesso (ph.Pinto)

Per il Pordenone di Attilio Tesser, dal canto suo, l’obiettivo è quello di allungare la serie di cinque risultati utili consecutivi. I ramarri negli ultimi giorni hanno perso Diaw, passato al Monza, e sono out per squalifica i difensori Berra e Camporese. Sarà, quindi, 4-3-1-2 anche per i neroverdi, con Perisan in porta, Vogliacco, Barison, Bassoli e Falasco in difesa, Zammarini, Calò e l’ex di turno Manuel Scavone a centrocampo, Mallamo a sostegno delle punte Butic e Ciurria.

Arbitrerà l’incontro il signor Davide Massa della sezione di Imperia: calcio d’inizio alle ore 14 con diretta streaming sui canali di DAZN.

Pari nell’anticipo veneto

Nel frattempo, il girone di ritorno del campionato cadetto ha preso il via ieri sera con l’anticipo tra Vicenza e Venezia: 0 a 0 comunque divertente nel nel derby veneto con i biancorossi in inferiorità numerica per oltre mezz’ora.

Oggi cinque partite in programma, con in primo piano il big match tra la capolista Empoli e il Frosinone. Domenica, poi, la super sfida tra Spal e Monza.

Di seguito il quadro completo della 20^ giornata di campionato:

Vicenza 0 – Venezia 0
Ascoli-Brescia (oggi h. 14)
Empoli-Frosinone (oggi h. 14)
Entella-Cosenza (oggi h. 14)
Pordenone-Lecce (oggi h. 14)
Pisa-Reggiana (oggi h. 16)
Chievo-Pescara (dom. h. 15)
Spal-Monza (dom. h. 16)
Cittadella-Cremonese (dom. h. 21)
Reggina-Salernitana (lun. h. 21)

La classifica

Empoli 38, Salernitana e Monza 34, Cittadella e Spal 33, Chievo 32, Lecce 30, Venezia+ 29, Pordenone 28, Frosinone* 27, Pisa* 23, Vicenza+ 22, Brescia 21, Cremonese 19, Reggiana e Reggina 18, Cosenza ed Entella 17, Pescara 16, Ascoli 14.
(*una partita in meno; +una partita in più)