“Non tarpiamo le ali di chi non ha piacere a rimanere, ma niente accordi unilaterali”, Corvino fa il punto

Al termine della conferenza stampa di presentazione del centrocampista Boban Nikolov il Direttore dell’Area Tecnica giallorossa ha parlato di mercato.

“Non ci sforziamo a voler a tutti i costi tenere e mantenere calciatori che non hanno il piacere di rimanere o che vogliano confrontarsi con altre realtà e a loro non abbiamo intenzione di tarpare le ali, ma è logico che prima si devono risolvere alcune situazioni, anche perché è più facile avere il tempo per pianificare meglio e fare scelte in maniera più confortevole. Più si avvicina la data dell’ultimo giorno di mercato, più avremo difficoltà. Siamo pronti a mantenere gli impegni, ma ci piace sottolineare che non ci piegheremo alle condizioni altrui, interessi unilaterali non ci possono essere”, sono queste parole del Direttore dell’Area Tecnica giallorossa Pantale Corvino che al termine della presentazione del centrocampista Boban Nikol, ha risposto alle domande sul calciomercato, soffermandosi, in particolar modo, sui casi che riguardano gli attaccanti Pettinari e Falco.

“Stare a parlare di argomenti chiari a tutti significa anche non rispettare l’intera rosa. Abbiamo detto che chi ha voglia di misurare le ambizioni altrove, o chi non senta il bisogno di rimanere con noi può andare via, ma è chiaro che per fare sì che questo si realizzi è necessario raggiungere un accordo che soddisfi entrambe le parti.

Ci sono calciatori con cui si è raggiunta una formula che definiamo gentlemen’s agreement, quindi, chi è interessato al calciatore, paga il prezzo e lo ingaggia, altri, non si trovano in questa situazione e di conseguenza si deve cercare un’intesa che stia bene a entrambe le parti. Siamo disponibili a venire incontro a tutti, ma non accetteremo mai accordi unilaterali.

Questo per noi è un mercato figlio di idee come ho detto quest’estate, la società retrocedendo ha ricevuto in dote un monte ingaggi molto elevato, ma pochi giocatori di proprietà, è ripartita con le idee per costruire una rosa importante, abbiamo dovuto acquistare 14 giocatori e nonostante tutto siamo stati virtuosi e continueremo a esserlo. Ma a volte, però, deve essere virtuoso anche l’allenatore, magari nell’adattare un calciatore in un ruolo non suo.

Non vogliamo far naufragare le ambizioni di qualcuno che voglia andare via ma, ripeto, non succederà mai con una situazione univoca.

Attualmente sul mercato ci sono due atleti Lo Faso e Dubickas, per loro avrei anche trovato un accordo, ma al momento ancora non hanno accettato”.

L’Empoli

Infine, non si è potuto parlare del match clou di domenica che vedrà opposti i giallorossi all’Empoli: “Nella mia vita non mi sono mai svegliato la mattina con il pensiero di non vincere, anche a tresette che è il mio gioco preferito, ma che a causa dei troppi impegni non pratico più. Non firmo per il pareggio contro l’Empoli anche se incontriamo una squadra in forma, che gira a 1.000 e che ha ambizioni importanti”.



In questo articolo: