Lecce di scena lunedì a Empoli, la presentazione della partita

I giallorossi scenderanno sul terreno di gioco del “Castellani” nel pomeriggio, alla ricerca della vittoria che manca da oltre due mesi

Ancora una volta, per gustare delle gare del Lecce bisognerà attendere fino al lunedì, quando alle 18:30, i ragazzi di mister D’Aversa andranno in Toscana per fare visita all’Empoli. È periodo di scontri diretti. Dopo quello contro il Verona, sempre in trasferta, e la gara contro il Bologna, ormai lontano dai discorsi salvezza, arriva un’altra sfida dal punteggio doppio contro l’Empoli. I toscani hanno riportato in panchina mister Andreazzoli in seguito all’esonero di Paolo Zanetti. Dall’inizio del campionato, i toscani hanno sempre perso con l’ex centrocampista in panchina. Il rocambolesco 7 a 0 subito contro la Roma ha decretato la dipartita di mister Zanetti. La vecchia conoscenza degli azzurri ha ridato alla squadra un’anima e una direzione. Mister Andreazzoli ha totalizzato tre vittorie, una al di là dei pronostici in casa del Napoli, due pareggi e cinque sconfitte in dieci partite. Qualcosa è cambiato anche se l’Empoli continua una stagione da yo yo. A prestazioni convincenti, ne accompagna altre scialbe e aride di folate offensive. Ultimamente, però, l’Empoli ha rinforzato la spina dorsale dimostrando coraggio e un buon stato di forma. Il pareggio contro il Genoa dimostra un Empoli cresciuto e in piena corsa per la salvezza.

I giallorossi soffrono di mal di vittoria. Non era pensabile contro il Bologna, anche se è stata auspicata. La squadra di mister Motta ha dimostrato tutto il suo valore. Il Lecce è stato gagliardo a crederci e non mollare mai. Ora, però, c’è da rimboccarsi le maniche. Indossare l’elmetto, vestirsi da squadra, non per forza bellissima di Serie A, e tentare la vittoria a tutti i costi. Anche di corto muso, come direbbe mister Allegri. Lo ricordiamo, purtroppo, ancora una volta. La vittoria non arriva dal 22 settembre. Tre punti per la classifica e per dare un senso ai pareggi degli ultimi due mesi e mezzo.

Mister D’Aversa recupera Kaba tornato ad allenarsi con il resto del gruppo durante la settimana. Almqvist, invece, dopo essere sceso in campo negli ultimi minuti contro il Bologna, torna ai box. Touba, rientrato in Salento dopo qualche giorno di permesso per motivi famigliari, è tornato ad allenarsi svolgendo un lavoro personalizzato. Il Lecce dovrà stare attento al gioco centrale e in verticale di mister Andreazzoli. Da quanto è tornato a Empoli, il modulo utilizzato è stato il 4-3-3, con l’utilizzo della mezzala tecnica e offensiva che, insieme a uno dei brevilinei d’attacco, ha fornito supporto alla prima punta, tenendo compiti da rifinitore. Pertanto, le due squadre potrebbero giocare a specchio con una diversa interpretazione del ruolo della mezzala così come dell’esterno.

Empoli-Lecce sarà la partita degli ex Luperto, Maleh e Pezzella da una parte e di Piccoli e Dermaku dall’altra. Le due compagini si sono affrontate ben trentadue volte. I giallorossi hanno portato a casa solo sette vittorie. I toscani sono usciti vincitori per ben tredici volte. Le restanti gare sono finite in pareggio. L’ultima vittoria del Lecce risale alla stagione 2009/2010, quando Vives siglò il gol del vantaggio al Via del Mare. I salentini non hanno mai vinto al Castellani di Empoli. Ebbene, questo tabù dovrà essere sfatato una volta per tutte.



In questo articolo: