Lecce-Perugia 0-0, i giallorossi creano tanto ma sbattono contro il muro umbro

Secondo pareggio consecutivo per la compagine salentina, che non riesce a fare gol alla miglior difesa del torneo. Giovedì c’è il Brescia

Finisce 0 a 0 al Via del Mare tra Lecce e Perugia. Dopo il buon pareggio ottenuto ad Ascoli, anche se si sarebbe potuto tranquillamente ottenere l’intera posta in palio, questo pomeriggio i giallorossi di mister Marco Baroni, sono scesi in campo allo stadio “Via del Mare”, nella sfida che li ha visti opposti al Perugia, primo impegno di tre che vedrà le squadre del massimo campionato e di quello cadetto, disputare tre gare nell’arco di una settimana.

Contro la compagine allenata da Alvini, in gran forma e reduce da sei risultati utili consecutivi, il tecnico toscano schiera dal primo minuto Majer, per il resto, si affida agli stessi calciatori della partita contro la formazione marchigiana (leggi le pagelle del Lecce).

La formazione iniziale

Il Lecce si schiera quindi con il consueto 4-3-3 con Gabriel tra i pali, difesa composta da Gendrey, Lucioni, Tuia e Barreca; Gargiulo, Hjulmand e Majer in mediana; Strefezza, Coda e Di Mariano a comporre il tridente d’attacco.

Il primo tempo

Il primo tiro della gara è di capitan Lucioni al quinto di gioco, ma il portiere degli umbri para senza problemi. Al sesto giallorossi pericolosi, cross di Gendrey e incornata di Di Mariano di poco alta. All’ottavo, Coda recupera palla, passa a Di Mariano che si invola verso l’area e crossa all’indirizzo di Strefezza il cui tiro a botta sicura, è respinto sulla linea da un difensore avversario. Al 19mo il colpo di testa di Lucioni va alto. Al 22mo Perugia pericoloso con il tiro al volo dal limite di Segre, che va di poco fuori. Al 26mo salentini ancora pericolosi con il tiro di Coda respinto male da Chichizola. Al 42mo il tiro dal limite di Majer va alle stelle. Al 45mo su preciso cross di Barreca, Hjulmand di testa la mette di pochi centimetri fuori. Al secondo minuto di recupero, De Luca da fuori manda alto e a pochi secondi dal termine stessa sorte ha il colpo di testa dell’Hispanico.

Il secondo tempo

Nella ripresa il Lecce scende in campo con lo stesso undici della prima frazione.

Al terzo minuto di gioco Perugia vicinissimo al gol con il colpo di testa Kuan di pochissimo alto e al terzo finisce sopra il montante il tiro a giro di Falzerano. Al quinto tocca ai giallorossi mettere i brividi alla difesa umbra con colpo di testa di Coda che si infrange sulla traversa. Al 15mo il tiro al volo di Majer su cross di Di Mariano viene respinto dall’estremo degli umbri. Al 18mo mister Baroni effettua tre cambi, fuori Coda, Di Mariano e Strefezza e dentro rispettivamente Rodriguez, Olivieri e Listkowsky, ma nonostante questo non si registrano occasioni né dall’una e tantomeno dall’altra parte, se non un leggero predominio del “grifo” e un giallo per simulazione a Rodriguez.

Il Lecce fa la gara, crea tante occasioni, ma non riesce a infrangere il muro umbro, che si conferma invalicabile. I salentini hanno fatto la gara, soprattutto nel primo tempo, ma un po’ di imprecisione e mancanza di determinazione sottoporta, hanno fatto sì che la squadra di Alvini, senza creare occasione alcune, sia uscita dal “Via del Mare” con zero reti incassate e un punto importante. Giovedì si torna nuovamente in campo, per il turno infrasettimanale che vedrà capitan Lucioni e compagni opposti al Brescia di Pippo Inzaghi.

Tabellini

U.S. Lecce: 21 Gabriel, 5 Lucioni ©, 8 Gargiulo, 9 Coda (18 st Rodriguez), 10 Di Mariano (18 t Olivieri), 13 Tuia (27 st Meccariello), 17 Gendrey, 27 Strefezza (18 st Listkosky), 30 Barreca (36 st Paganini), 37 Majer, 42 Hjulmand. A disposizione: 1 Bleve, 6 Meccariello, 7 Paganini, 11 Olivieri, 16 Bjarnason, 19 Listkowski, 23 Björkengren, 25 Gallo, 29 Blin, 33 Calabresi, 44 Dermaku, 99 Rodriguez. Allenatore: M. Baroni

A.C. Perugia: 22 Chichizola, 5 Angella ©, 6 Segre (1 st Vanbaleghen), 7 Carretta (24 st Matos), 9 De Luca (1 st Murano), 15 Dell’Orco, 23 Falzerano, 25 Santoro (41 st Ghion), 28 Kouan, 30 Ferrarini (18 st Rosi), 39 Sgarbi. A disposizione: 1 Fulignati, 12 Moro, 2 Rosi, 3 Righetti, 4 Gyabuaa, 10 Matos, 11 Murano, 14 Murgia, 16 Ghion, 19 Vanbaleghem, 21 Curado, 32 Zarandera. Allenatore: M. Alvini

Arbitro: Antonio Giua  della sez. di Olbia Assistenti: Valerio Vecchi della sez. di Lamezia Terme – Claudio Gualtieri della sez. di Asti  IV Ufficiale: Fabio Rosario Luongo della sez. di Napoli VAR: Daniele Paterna della sez. di Teramo   AVAR: Oreste Muto della sez. di Torre Annunziata

Marcatori:

Note: ammoniti 17 pt Angella (P) 35 st Neccariello (L) 44 st Rodriguez (L) spettatori 6.665 incasso 78.907,00 angoli 5-5 recupero 2 pt 1 st.



In questo articolo: