Baroni, “C’è tutto per assistere a un grande spettacolo. Vietato commettere l’errore di piacersi”. I convocati

Alla vigilia della sfida contro il Benevento parla il tecnico dei giallorossi. Il giornalista Giuseppe Calvi va in pensione, l’omaggio della società salentina.

Gendrey ha recuperato ma non giocherà, al suo posto ci sarà Calabresi; sulla fascia sinistra di difesa, invece, Barreca e favorito su Gallo, mentre, per il posto di centrale al fianco di capitan Lucioni è ballottaggio tra Tuia e Simic, in mediana, invece, al posto dello squalificato Hjulmand ci sarà Blin. Sono queste le premesse sfida che domani vedrà il Lecce opposto al Benevento in quello che si preannuncia il big match della terza giornata di ritorno del campionato e nella quale i giallorossi cercheranno di conservare la prima posizione in classifica.

“Gendrey sta bene, potrebbe giocare, ma disputeremo 3 gare in 7 giorni e al momento abbiamo bisogno di persone che non stiano bene, ma benissimo. A destra, quindi, giocherà Calabresi a sinistra quasi sicuramente Barreca e al centro devo valutare uno tra Simic e Tuia. Domani per battere il Benevento servirà un Lecce con attenzione, voglia, aggressività e sono certo che vedremo una grandissima partita”, ha affermato mister Marco Baroni nella consueta conferenza stampa della vigilia.

“Preparo sempre una gara alla volta e cerco sempre di mettere in campo i calciatori più in forma, sono queste le valutazioni che faccio sempre alla vigilia, anche se conta pure l’andamento della gara. Adesso, però, pensiamo solo al Benevento e sarà un match importantissima per entrambe.

Blin giocherà dall’inizio, sta bene e sono certo che farà una grande partita. Ieri ha chiesto un supplemento di allenamento tattico, ma gli ho detto che è prontissimo.  Quando ha giocato ha sempre fatto bene, con la Roma, così come contro lo Spezia, lui ha la fiducia non solo mia, ma dell’intera squadra. Barreca sta bene e probabilmente andrà lui in campo.

Ho lavorato molto sulla finalizzazione, anche se domani sarà una partita diversa rispetto a quella di Como, per la quale non ho dormito due notti, perché non si possono sprecare tante occasioni. L’errore che non bisogna assolutamente fare è quello di piacersi.

Lavoro ogni settimana per mettere in discussione me stesso e per motivare sempre più i ragazzi.  Bisogna prepararsi con la consapevolezza che quella di domani sarà la prima di una serie di partite che ci vedranno impegnati nel giro di breve tempo. Le sfide come quelle contro i campani si preparano da sole e ci sono tutte le aspettative perché si possa assistere a un grande spettacolo”.

L’omaggio a Giuseppe Calvi

La maglia nr. 10 in dono, quella dei fuoriclasse, un omaggio simbolico per un professionista che per decenni ha raccontato le gesta dei giallorossi. Prima dell’intervista all’allenatore la società di “Via Colonnello Costadura”, ha voluto omaggiare Giuseppe Calvi, storico giornalista leccese della Gazzetta dello Sport che va in pensione.

“Non voglio parlare di pensione – ha dichiarato il presidente Sticchi Damiani – ma di una nuova parentesi e nuove esperienze. Con lui, ho sempre avuto un grandissimo rapporto, anche prima che intraprendessi questa esperienza nel calcio in prima persona”.

Gli ha fatto eco, poi, Elio Donno, decano del giornalismo sportivo leccese, 60 anni al Corriere dello Sport: “Anche io non voglio parlare di pensione, conosco molto bene Giuseppe e sono certo che non si fermerà mai. Ho avuto la fortuna, vista l’età anagrafica, di tenere a battesimo tutti voi, e posso dire che Calvi, anche se può sembrare una frase non bella è un vero animale del giornalismo. Tantissimi sono stati gli scoop fatti da lui e mai nessuno di questi è stato smentito”.

I convocati

Sono 22, intanto, i calciatori convocati dal tecnico toscano per la partita di domani. Questa la lista, in ordine di numerazione di maglia: 3. Vera 5. Lucioni 6. Simic  7. Ragusa 8. Gargiulo  9. Coda 10. Di Mariano  13. Tuia 14. Helgason  17. Gendrey  19. Listkowski  21. Gabriel 22. Plizzari  23. Björkengren  24. Faragò 25. Gallo 27. Strefezza 29. Blin 30. Barreca 33. Calabresi 35. Samooja 37. Majer.



In questo articolo: