Lecce-Vicenza 2-1, Listkowski e Coda consegnano il primato ai giallorossi

Con i gol dell’esterno polacco e dell’Hispanico i giallororssi superano gli uomini di Brocchi e vanno in testa alla classifica. Si riprende il 5 febbraio.

Primo posto doveva essere e primo posto è stato. Il Lecce batte 2-1 il Vicenza e agguanta la testa della classifica.

Dopo due rinvii causa troppi contagiati per covid tra le due squadre, Lecce e Vicenza sono finalmente scesi in campo questa sera nella gara di recupero della penultima giornata del girone di andata del Campionato di Serie B.

Concentrarsi solo e soltanto sulla gara senza guardare la classifica ha esortato mister Marco Baroni alla vigilia della sfida, un appello per tenere alta la concentrazione dei suoi ragazzi, visto che un successo contro gli uomini di Brocchi vale il primo posto.

In occasione della partita contro i biancorossi veneti, il tecnico toscano, dopo due gare di fila, decide di concedere un turno di riposo a Gendrey, sostituito da Calabresi, Gallo da Barreca e Gargiulo da Bjorkengren, altra novità di giornata, riguarda l’esordio dal primo minuto di Faragò e Listkowski, al posto rispettivamente di Majer e Di Mariano e .

La formazione iniziale

Il Lecce si schiera, quindi con il consueto 4-3-3 con: Gabriel tra i pali; difesa composta da Calabresi, Lucioni, Dermaku e Barreca; Faragò, Hjulmand e Bjorkengren in mediana; Strefezza, Coda e Listkowski a comporre il tridente d’attacco.

Il primo tempo

La prima nota della gara si registra al 12mo, quando l’arbitro Guida ammonisce Ranocchia per un fallo a centrocampo su Strefezza. Al 21mo il primo tiro della gara a opera di Barreca dal limite con la sfera che termina abbondantemente a lato.

Giallorossi in vantaggio

Al 28mo arriva il vantaggio del Lecce. Lucioni passa a Coda che di esterno la dà a Listkowski che, solo davanti a Grandi, mantiene la freddezza e la mette all’angolino sinistro.

Trascorrono meno di due minuti e i giallorossi hanno l’occasionissima per il raddoppio. Listowski, sempre lui, entra in area e ricambia il favore a Coda che a porta totalmente sguarnita, manda alle stelle. Al 33mo la punizione dal limite di Giacomelli termina alta, e quella di Ranocchia due minuti dopo si infrange sulla barriera. Al 37mo sul tiro-cross di Diaw, Gabriel si distende e para.

L’hispanico torna al gol

Al 39mo arriva il raddoppio giallorosso. Cross di Strefezza per Coda, l’Hispanico colpisce di testa, la sfera viene respinta dal palo, ma lo stesso numero 9 si avventa sul pallone e mette in gol.

Il secondo tempo

La ripresa si apre con un cambio per i vicentini, fuori Diaw e dentro l’ex Bari Meggiorini.

Al terzo il rasoterra da fuori di Calabresi termina di poco a lato. All’11mo il tiro dal limite di Hjulmand va alto. Al 13mo Bjorkengren si dovora l’occasione del terzo gol, colpendo malamente di testa la palla crossata da Strefezza. Al 22mo Coda si divora il secondo gol. Cross perfetto di Bjorkengren, inserimento di testa dell’Hispanico, che però a porta semivuota manda fuori. Al 28mo Grandi compie un miracolo sul colpo di testa di Calabresi servito da Majer da corner.  Al 30mo Il colpo di testa di Dermaku, su cross del solito Majer, va di pochissimo fuori

Meggiorini accorcia

Al 44mo i biancorossi accorciano le distanze. Cross di Boli e Meggiorini, colpevolmente lasciato libero, solo davanti a Gabriel, controlla e segna.

Dopo una partenza con il freno a mano, a quasi una mezz’ora dalla fine della prima frazione i giallorossi iniziano a giocare, vanno in vantaggio e da quel momento è dominio assoluto. Dopo il raddoppio, poi, fanno anche sparire dal campo gli avversari, costretti a rintanarsi nella propria metà campo senza avere la benché minima possibilità di impensierire. Una gara perfetta, come altre volte accaduto per capitan Lucioni e compagni che, con questo successo, scavalcano in un sol colpo Brescia e Pisa e conquistano la vetta della classifica. Peccato solo per il gol subito che poteva compromettere tutto. Cambiano gli attori, ma il copione è sempre lo stesso con una squadra pronta a seguire sempre ogni singolo ciak del suo regista Baroni. Adesso c’è la sosta, si riprende il 5 febbraio nella sfida in trasferta contro il Como.

Tabellini

U.S. Lecce: 21 Gabriel, 5 Lucioni ©, 9 Coda, 19 Listkowski (41 st Helgason), 23 Bjorkengren, 24 Faragò (23 st Majer) , 27 Strefezza (23 st Di Mariano),  30 Barreca (23 st Gallo), 33 Calabresi, 42 Hjulmand (41 st Blin), 44 Dermaku. A disposizione: 12 Borbei, 35 Samooja, 3 Vera, 8 Gargiulo, 10 Di Mariano, 11 Olivieri, 14 Helgason, 17 Gendrey, 25 Gallo, 29 Blin, 31 Hasic, 37 Majer. Allenatore: M. Baroni

L.R. Vicenza: 22 De Grandi, 4 De Maio, 6 Zonta (31 st Bikel), 9 Diaw (1 st Meggiorini), 10 Giacomelli © (12 st Poli), 11 Ranocchia, 15 Bruscagin, 17 Brosco, 18 Di Pardo (12 st Da Cruz), 26 Crecco, 39 Mancini (12 st Proia). A disposizione: 1 Gerardi, 12 Pizzignacco, 8 Proia, 13 Painio, 14 Padella, 16 Bikel, 20 Boli, 23 Cappelletti, 69 Meggiorini, 70 Da Cruz, 74 Djbril, 78 Alessio. Allenatore: C. Brocchi

Arbitro: Guida di Torre Annunziata  Assistenti: Bacini-Zingarelli IV Ufficiale: Marco Cascone VAR: Luca Massimi AVAR: Francesca di Monte

Marcatori: 28 pt Listkowski (L) 39 pt Coda (L) 44 st Meggiorini (V)

Note: Prima del fischio d’inizio il Presidente Saverio Sticchi Damiani ha consegnato a Serena D’Amico, capitano della squadra femminile “Lecce Women”, una targa e una maglia celebrativa per i 200 gol in maglia giallorossa. Ammoniti 12 pt Ranocchia (V) 45+ 3 st Majer (L) e Bikel (V) spettatori 6.422 incasso 67.015,00, corner 6-4 per il Lecce, recupero 1 pt 3 st.



In questo articolo: