Baroni, “Perugia aggressivo, servirà una partita ad alto livello mentale e fisico”. I convocati

Mister Marco Baroni ritrova Lucioni e Dermaku, ma è costretto a fare a meno di Mario Gargiulo. Previste alcune novità nello schieramento iniziale.  

Mancano i soliti Faragò e Di Mariano, a loro si è aggiunto Mario Gargiulo, però torna tra i convocati Kastriot Dermaku che, naturalmente, non partirà dall’inizio.

Ci dovrebbe essere un po’ di novità nell’undici inziale, rispetto alla gara contro l’Ascoli, nella sfida che domani vedrà il Lecce impegnato con il Perugia. Del resto mister Marco Baroni è sempre stato chiaro riguardo all’impiego a turnazione dei calciatori che in questo periodo hanno giocato ogni tre giorni.

“Andiamo a Perugia sapendo che la partita sarà difficile, non è l’ultimo sforzo perché ci saranno tanti altri impegni importanti, ma in questo periodo la gestione è stata un po’ complessa, i ragazzi hanno tante risorse e bisogna fare sì di saperle sfruttare al massimo. Domani occorrerà una partita di altissimo livello, sia fisico che mentale”, ha affermato l’allenatore nella consueta conferenza stampa pre-gara.

“Devo fare molte valutazioni, su chi schierare in campo, Dermaku ha ancora bisogna di lavoro, ma lo portiamo con noi anche per farlo stare in gruppo, se ci sarà bisogno di giocare uno scampolo di partita chi ho chiesto se fosse disponibile, si sta impegnando tantissimo per recuperare ed è giusto che venga aggregato a noi.

In questo momento siamo in 22 titolari, devo solo fare valutazioni e scelte, ma non per questioni di strategia, bensì mi devo rendere conto delle condizioni individuali.

Rodriguez per noi è una risorsa come tutti gli altri, solo che è stato infortunato, ha fatto una buona gara, ma non ho mai avuto dubbi su di lui.

Il Perugia ha una sua identità aggressiva, fallosa, che spezzetta la partita, dal punto di vista mentale dovremo essere aggressivi anche noi e poi abbiamo le nostre qualità. Non dobbiamo adattarci, dobbiamo fare la gara come facciamo sempre, sapendo come giocano loro.

Ho riguardato la gara di mercoledì, l’allenatore avversario forse non ha visto bene la partita, Gabriel ha compiuto solo due parate, il palo ha messo un po’ di pressione mentale, il dominio era nostro non dell’Ascoli, dopo il gol marchigiano abbiamo avuto un po’ di ansia, ma così non deve essere, perché avevamo l’incontro completamente in mano.

Asencio gli sto tanto addosso, ci può dare una mano, è giovanissimo nonostante abbia tanta esperienza, è arrivato non in perfette condizioni, adesso c’è una situazione non facile perché l‘attacco sta facendo bene, e ma nelle scorse partite non avessi dovuto fare alcuni cambi forzati sarebbe entrato”.

I convocati

Sono 22 i convocati dal tecnico toscano per la partita con gli umbri, questo l’elenco con i numeri di maglia: 1. Bleve 5. Lucioni 6. Simic  7. Ragusa 9. Coda 13. Tuia 14. Helgason  17. Gendrey  19. Listkowski  21. Gabriel 22. Plizzari  23. Björkengren  25. Gallo 27. Strefezza 29. Blin 30. Barreca 33. Calabresi 37. Majer 42. Hjumand 44. Dermaku 90 Asencio 99. Rodriguez.

Infine nella giornata di ieri è stata ufficializzata la cessione dell’esterno sinistro di difea Vera che torna in patria, tra le file dell’America de Calì, con la formula del prestito fino al 31 dicembre 2022.



In questo articolo: