Lecce perfetto contro il Pisa. Parlano Baroni, D’Angelo e Lucioni. Risultati e classifica della 36ma giornata

Al termine della sfida che ha visto i giallorossi dominare parlano i due tecnici e il capitano dei giallorossi. Salentini nuovamente primi.

“Sappiamo solo fare calcio e oggi lo abbiamo giocato in maniera importante per il peso della gara, ci sono ancora due partite e ho detto ai ragazzi di festeggiare dieci minuti e poi riprendere a pensare alle prossime sfide”, con queste parole un più che soddisfatto mister Marco Baroni commenta la bellissima partita vinta contro il Pisa, nella quale i giallorossi hanno dominato senza mai rischiare minimamente di subire la marcatura avversaria e grazie alla quale sono tornati in vetta alla classifica.

“Non ho mai avuto dubbi sul nostro pubblico, oggi abbiamo assistito a uno spot del calcio, uno stadio gremito, un tifo straordinario e una squadra che vinto entusiasmando; il Pisa è forte, ma noi abbiamo giocato la partita perfetta, non volevamo lasciare nulla sul campo e faccio ancora i complimenti ai miei uomini.

Hjulmand la settimana prima di Reggio non è stato molto bene, lui ha una capacità difensiva straordinari e va a recuperare tutti i palloni. Oggi, però, tutta la squadra, che ha fatto un bel gioco, il pubblico si è entusiasmato non solo per la vittoria, ma anche per la prestazione.

Il Pisa è molto forte, ho visto ottime partite, ma oggi chiunque fosse passato di qui avrebbe avuto seri problemi. Non parliamo di demeriti dei toscani, ma di nostri meriti.

Penso sempre a lavorare, sulla nostra forza si sono già espressi presidente e addetti ai lavori, abbiamo preso giovani con poca esperienza, ma con tantissima voglia di lavorare, la nostra squadra funziona se gioca a pallone nell’insieme e nell’insieme esalta le individualità.

Majer e Simic hanno avuto problemi, ma nonostante non fossero a disposizione li ho voluti portare con noi.

A presentarsi in sala stampa, poi, è stato il tecnico dei nerazzurri D’Angelo: “Abbiamo fatto un buon primo tempo, in linea con il Lecce, nella ripresa i giallorossi hanno aumentato la pressione sul portatore di palla e siamo andati in difficoltà, avremmo dovuto chiudere sul pari la prima frazione e poi giocare il tutto per tutto nella ripresa.

Dobbiamo cercare di vincere le partite che mancano e vedere la nostra posizione al termine, siamo partiti per fare un buon campionato e siamo arrivati a giocare la A diretta con il Lecce che ci è stato superiore, devo solo ringraziare i miei calciatori.

Oggi siamo venuti per vincere, ma se gli altri sono stati più bravi bisogna solo applaudire.

Lucca ha avuto molti problemi fisici da ottobre in poi, adesso è tornato in forma e speriamo in lui per le prossime gare.

Abbiamo manovrato bene fino agli ultimi 20/25 metri, ma poi non siamo riusciti a concludere, il fatto di non avere avuto occasioni da gol, penso sia dovuto all’intera squadra e non ai singoli attaccanti.

Ultimo a parlare, infine, il miglior giocatore della gara, il capitano e autore della prima marcatura, Fabio Lucioni: “Ho sperato tanto in un mio gol, perché negli anni ero abituato a segnarne qualcuno e in questo campionato mi è un po’ mancato, ma la soddisfazione più grande è la vittoria del collettivo e aver contribuito mi dà maggiore stimolo nei confronti di questo gruppo che è straordinario.

Il mio segreto è che ho sempre basato tutta la carriera sul lavoro, sul dare il massimo e farmi trovare sempre pronto, ma il fatto di avere 34 anni e non sentirli dipende anche dallo  spogliatoio, sto tante ore con ragazzi che hanno la stessa voglia. Un gruppo che fa uscire entusiasmo e voglia di arrivare.

In settimana ho detto ai compagni più giovani che avrebbero trovato un ambiente mai visto, questa è una piazza affamata di calcio, ho ripetuto che i tifosi ci avrebbero dato una spinta in più.

Ancora non ho guardato la classifica, ma so che dagli altri campi ci sono bellissime notizie, adesso abbiamo tutto nelle nostre mani, però dobbiamo finire di completare questo quadro che abbiamo quasi terminato di dipingere. Alla squadra oggi ho fatto un paragone: siamo come un regista che sta scrivendo un film e deve completare solo il finale.

Oltre a me Coda e Gabriel, in questa formazione hanno avuto un ruolo importante tanti calciatori che hanno giocato meno, ma proprio per questo hanno fatto la differenza e in tanti con silenzio e sudore hanno portato avanti la carretta Lecce. In questa settimana ci siamo un po’ isolati visto l’importanza della gara, ma lo abbiamo fatto nel migliore dei modi, con grande compattezza.

Risultati e classifica

Intanto, andato in archivio il 36mo turno di Serie B, il Lecce, complici le sconfitte di Cremonese e Monza, si ritrova nuovamente al primo posto in classifica e adesso può puntare, oltre che alla promozione diretta nel massimo torneo anche alla vittoria del Campionato. Questi i risultati completi: Ascoli-Cittadella 0-0; Lecce Pisa 2-0; Alessandria-Reggina 0-0; Cosenza-Pordenone 3-1; Frosinone-Monza 4-1; Crotone-Cremonese 3-1; Brescia-Spal 1-1; Como-Vicenza 0-2; Benevento-Ternana 1-2; Perugia-Parma 2-1

Classifica: Lecce 68; Cremonese 66; Monza 64; Benevento, Brescia e Pisa 63; Ascoli 59; Frosinone 58; Perugia 55; Ternana 51; Cittadella 49; Reggina 46; Parma 45; Como 44; Spal 36; Alessandria 33; Cosenza 31; Vicenza 28; Crotone 25; Pordenone 17.

Gli allenamenti in vista della partita di Vicenza riprenderanno questa mattina con una seduta presso l’ACaya Golf Resort.



In questo articolo: