Baroni, “Gol evitabile. Mi sono piaciute reazione e personalità”.  Risultati e classifica

Al termine della gara pareggia ieri in casa dell’Alessandria, parla il tecnico dei salentini. Domenica c’è il Crotone al “Via del Mare”.

“La bravura di questo avversario ci ha fatto disputare una partita un po’ sporca, spezzetta il gioco, è molto aggressivo in tutto il campo, toglie l’iniziativa e chiaramente noi che siamo una squadra che gioca facciamo un po’ fatica, ma i miei calciatori li avevo avvisati. Alla fine della gara sono andato dall’arbitro e gli ho detto che mancavano 15 secondi e il calcio d’angolo si sarebbe potuto battere, solo questo. Alla fine potevamo anche vincerla, poi, se andiamo a vedere nelle ultime quattro gare abbiamo preso gol un po’ strani e anche oggi il vantaggio degli avversari poteva essere evitabile. In questa analisi, però, c’è da sottolineare come la squadra abbia messo in campo personalità e carattere e non si sia mai scomposta senza perdere il filo del gioco, se è vero il fatto che sono tre gare che non vinciamo è altrettanto reale che queste partite ci hanno dato la misura del piglio dei ragazzi”, con queste parole mister Marco Baroni commenta la sfida di ieri contro l’Alessandria, in cui i giallorossi, apparsi un po’ sottotono, dopo essere passati in svantaggio, nei minuti finali, con una prodezza individuale di bomber Massimo Coda, sono riusciti a raggiungere il pareggio e negli ultimi secondi di gioco anche rischiare di vincerla, sempre grazie a un colpo dell’Hispanico.

“Abbiamo giocato benissimo nei primi minuti di Como e negli ultimi 15 di oggi, ma non sottovaluterei la gara con il Benevento nella quale abbiamo disputato un secondo tempo nel quale ci è mancato solo il gol. Ultimamente sta avvenendo questo, ma dal punto del gioco, dell’aggressività e della ricerca della marcatura non mi posso assolutamente lamentare e sono soddisfatto.

Con l’inserimento questa sera di Rodriguez e Ragusa la squadra è cambiata, ma lo spagnolo non lo avevo nelle altre sfida, Ragusa è un ragazzo che nella prossima gara partirà titolare e ci darà una mano, poi, bisogna dire che è arrivato in un organico nuovo, anche se conosce bene il ruolo dell’attaccante esterno nel 4-3-3, ma bisogna anche saper aspettare. Di negativo c’è che andiamo in svantaggio, ma da contraltare c’è la prestazione.

Nel finale ho inserito Simic al posto di Gendrey, devo dire la verità, non avevo altri attaccanti, Gargiulo aveva speso tantissimo, potevo far entrare Vera, ma è un terzino sinistro e non volevo schierarlo fuori ruolo, considerando che Simic nella prossima gara potrebbe partire dall’inizio, ho voluto che giocasse qualche minuto e poi ci sarebbero potute essere palle inattive nelle quali sfruttare i suoi centimetri”

Risultati della quarta di ritorno

Con i successi di Cremonese e Brescia i giallorossi perdono, la vetta della classifica e si accasano al secondo posto in coabitazione proprio con le “rondinelle” di Pippo Inzaghi. Questi i risultati della quarta giornata di ritorno: Pordenone-Cittadella 0-1; Pisa-Vicenza 2-2; Ternana-Monza 0-1; Cremonese-Parma 3-1; Cosenza-Perugia 1-2 e Spal-Reggina 1-3, giocate martedì. Benevento-Ascoli 0-2; Crotone-Brescia 0-1; Frosinone-Como 1-2 e Alessandria-Lecce 1-1.

Classifica

Cremonese 44; Brescia e Lecce 43; Pisa 42; Monza 41; Frosinone, Benevento e Perugia 37; Ascoli 36; Cittadella 35; Como 31; Reggina 29; Parma e Ternana 28; Alessandria e Spal 23; Cosenza 19; Crotone 14; Vicenza 13; Pordenone 12.



In questo articolo: