La Asl “E’ fuori pericolo”. Sticchi Damiani “Scavone è vigile e siamo cautamente ottimisti”

C’è cauto ottimismo sulle condizioni di salute di Manuel Scavone, il giocatore rimasto privo di sensi dopo uno scontro di gioco in avvio di Lecce-Ascoli.

“Volevo comunicare che Manuel Scavone si è sottoposto a una prima TAC e siamo cautamente tranquilli“.

Sono queste le prime parole del Presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, dopo la terribile serata vissuta al “Via del Mare”. Lecce e Ascoli sono scese in campo per appena 20 secondi, poi lo scontro di gioco tra Giacomo Beretta e Manuel Scavone con quest’ultimo che ha avuto decisamente la peggio.

Terribile lo schianto al suolo, con la testa, da parte del centrocampista giallorosso, il quale in un primo momento ha perso conoscenza. Subito le preoccupazioni dei giocatori in campo e di tutto il pubblico sono state altissime perchè l’incidente in cui era incappato il 31enne ex Parma è apparso terribile.

Il soccorso degli staff medici delle due squadre unito a quello del personale medico presente allo stadio hanno permesso di caricare Scavone sull’ambulanza, per essere trasportato al “Vito Fazzi” di Lecce.

“Ci sono degli accertamenti da fare e che proseguiranno nelle prossime ore – spiega ancora Sticchi Damiani – ma rispetto ai primi attimi di paura, siamo lievemente più tranquilli. Il ragazzo si era ripreso già in campo e ora è vigile. Qui siamo una famiglia e siamo tutti ancora turbati. Non vedo l’ora di abbracciare Manuel in ospedale.

Il rinvio del match? Lega e FIGC hanno avuto la sensibilità di rinviare la partita. Le due società hanno preso atto di questa decisone logica e di buon senso. L’arbitro ha avuto quindi l’indicazione di sospendere prima, di rinviare poi”.

La nota dell’Asl di Lecce

“Il calciatore del Lecce, Manuel Scavone ha subito un forte trauma cranico commotivo, ma è fuori pericolo

Il calciatore del Lecce, vittima di un violento scontro di gioco, è’ giunto nel Pronto Soccorso dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove i medici gli hanno prestato le prime cure, riscontrando un forte trauma commotivo con momentanea perdita di coscienza.

Le condizioni del paziente sono comunque buone. I medici hanno già eseguito diverse Tac: cranio, cervicale e torace, tutte con esito negativo, quindi senza lesioni interne. Poichè il paziente ha perso conoscenza, i medici del Pronto Soccorso, d’intesa con il neurochirurgo di turno, hanno deciso il ricovero precauzionale in Neurochirugia, dove sarà tenuto in osservazione per almeno 24 ore”.



In questo articolo: