L’anno in cui il Napoli vinse di più

Ripercorriamo la storia della migliore stagione della squadra partenopea che grazie a giocatori di qualità capitananti dal genio di Maradona vinse Scudetto e Coppa Italia.

Uno dei valori più importanti per una squadra di calcio e per i suoi giocatori sono senz’altro i tifosi, supporto costante che infonde alla società e ai calciatori grande coraggio, e li spinge a dare sempre il meglio. Questo lo sa bene il Napoli, squadra con una delle tifoserie più attaccate alla maglia e alla propria città in assoluto, e che nonostante non abbia racimolato gli stessi trofei di altre big, è sempre orgogliosa di giocare davanti al pubblico del San Paolo.

Da svariati anni ormai il Napoli sembra essere tornato in qualche modo ai fasti del “vecchio Napoli”, almeno a livello di gioco: si presenta infatti come una squadra brillante, divertente da seguire e molto pericolosa per qualsiasi difesa. Da Napoli sono passati giocatori semplicemente incredibili: dopo il buio in Serie B, sono sbocciati talenti come quello di Hamsik, ma sono anche arrivati grandi campioni come Gonzalo Higuain e Edinson Cavani.

Ma qual è stato l’anno in cui i partenopei hanno vinto di più?

La stagione 1986-1987: gli antefatti

Fu proprio nella stagione 1986-1987 che il Napoli vinse di più. Ma andiamo con ordine, stilando alcuni antefatti per fare un quadro generale (su questo sito web maggiori info).

La stagione ‘86-’87 vide anzitutto alcune squadre rinforzarsi notevolmente. Il Milan passò sotto la proprietà di Silvio Berlusconi e, dopo la cessione extra di Paolo Rossi all’Hellas Verona, portò a Milano alcuni giocatori del calibro di Galli, Donadoni, Galderisi e Massaro. Anche l’Inter si rinforzò notevolmente, soprattutto con l’innesto di Trapattoni come allenatore, prelevato dalla Juventus dopo dieci anni sulla panchina bianconera.

Ad inizio stagione si presentò lo scandalo del Totonero-bis, che portò instabilità negli equilibri del campionato, e l’Udinese venne penalizzata di ben 9 punti, evitando la retrocessione.

Un Napoli doppiamente vincente

Ciò che ha condotto il Napoli ad arrivare ad un doppio trofeo nella stagione 1986-1987 va probabilmente ricondotto in un acquisto in particolare: Diego Armando Maradona, da molti considerato il più forte di sempre, che è arrivato in maglia azzurra il 30 Giugno del 1984, per la cifra al tempo record di 15 milioni di lire. Ma non fu soltanto l’arrivo del Pibe de Oro a ridare slancio alla squadra: negli anni successivi arrivarono infatti altri giocatori di grande qualità, tra i quali Salvatore Bagni, Claudio Garella, Bruno Giordano e Alessandro Renica.

L’allenatore al tempo era Ottavio Bianchi, classe 1943, che ha giocato in maglia azzurra negli anni che intercorsero tra il 1966 e il 1971. Bianchi riuscì nell’impresa di portare il Napoli dopo soli due anni a conquistare il primo Scudetto della storia dei partenopei, assieme alla terza Coppa Italia, nel medesimo anno.

I due trofei in un solo anno diedero al Napoli nuovo slancio e permisero alla squadra di imporsi come una delle principali contendenti al titolo. La squadra fu davvero brillante: venne guidata per lo più dal fenomeno Maradona, ma anche da autentici gregari come Bagni, Bruscolotti e Giordano. Terminò il girone di andata in testa, e partì col botto (4 vittorie di fila) anche al ritorno, arrivando a vincere alla fine.



In questo articolo: