Il Lecce inizia a programmare la prossima stagione, si parte da allenatore e prestiti

Nei prossimi giorni ci sarà una riunione con il Presidente per stabilire il budget e solo da quel momento in poi si inizierà a discutere di mercato.

Ottenuta la salvezza con tre partite di anticipo, terminato il campionato con il pareggio contro il Napoli e con i giocatori in vacanza, è giunto il momento per la società di “Via Costadura” di programmare la prossima stagione e cercare di conquistare – caso mai accaduto nella storia – la terza salvezza consecutiva nel massimo torneo.

Nei prossimi giorni, così come dichiarato dal Responsabile dell’Area Tecnica Pantaleo Corvino nel corso della conferenza stampa di una settimana fa nella quale si è fatto il bilancio del campionato appena concluso, ci sarà un incontro con il Presidente Saverio Sticchi Damiani per stabilire il budget a disposizione, che potrebbe anche variare in corso d’opera e da quel momento in poi potranno prendere il via le trattative.

Il primo nodo da sciogliere riguarda l’allenatore. La salvezza appena conquistata ha fatto sì che il contratto di Luca Gotti si rinnovasse automaticamente per un’altra stagione e dalle affermazioni di entrambe le parti sembrerebbe ci sia l’intenzione di proseguire insieme, ma anche in questo caso – affermazione di Corvino – successivamente a quella con Sticchi Damiani, ci sarà una riunione con il tecnico per esporre le strategie di mercato e solo in quel momento si comunicherà la decisione e prenderanno il via le trattative.

Il mercato in casa salentina partirà certamente dalla questione prestiti. Attualmente sono tre i calciatori non di proprietà, Pontus Almqvist, Roberto Piccoli e Ahmed Touba. Per quel che riguarda l’esterno c’è la forte volontà di riscattarlo e a mercato iniziato si intavolerà una trattativa con il Rostock, proprietario del cartellino per acquisirlo a titolo definitivo; stesso discorso per l’attaccante, di proprietà dell’Atalanta, ma qui c’è un problema non di poco conto, il cartellino del calciatore è molto costoso per le casse del club, quindi, tra le due società si dovrà trovare un punto di incontro per una riduzione del prezzo. Differente, invece, la situazione per quel che riguarda il difensore belga, che sembrerebbe in procinto di lasciare il Salento.

Capitolo cessioni. Sono tanti i giocatori giallorossi che interessa ad altre squadre, tre in particolare. Si parte da Wladimiro Falcone, l’estremo difensore classe ’95 ha diversi estimatori, Roma, Fiorentina e il neopromosso Parma, la cui proprietà americana vorrebbe costruire una formazione competitiva, partendo proprio dal numero 30; c’è poi il difensore centrale Marin Pongracic, per il quale nei giorni scorsi si è fatto il nome del Milan e, infine, la vera e propria rivelazione del torneo dei salentini, Patrick Dorgu. Per l’esterno danese sembrerebbe addirittura esserci l’interesse di Juventus e Napoli, quest’ultimo pronto a ufficializzare l’arrivo in panchina del leccese Antonio Conte.

Il Lecce farebbe volentieri a meno di privarsi dei suoi gioielli, ma in caso questo avvenisse, come sempre dichiarato lo si farà solo e soltanto se si realizzeranno le condizioni favorevoli alla società.

 



In questo articolo: