Lecce, Papini detta la ricetta. Tre gli ingredienti per vincere: furbizia, ignoranza e concretezza

Parla il centrocampista giallorosso che ritiene la sconfitta di Melfi una punizione oltremisura. Oggi singolo allenamento mattutino in vista del derby. Embalo torna in gruppo. Si ferma Manconi.

Proseguono gli allenamenti dei giallorossi in vista del derby di domenica pomeriggio che vedrà la compagine salentina opposta al Foggia.

Nella giornata di oggi la squadra è stata impegnata in una singola seduta mattutina al “Via del Mare” nel corso della quale il tecnico, Alberto Bollini ha fatto svolgere una serie di esercitazioni tecnico-tattiche con una partitella finale a metà campo a conclusione.
Embalo è tornato ad allenarsi con il gruppo, mentre, Salvi, Manconi e Caglioni hanno svolto differenziato.

“Quella di Melfi è stata una gara come tante altre che quest’anno abbiamo perso e spesso ho ragionato sul perché di queste sconfitte”, ha affermato il centrocampista, Romeo Papini.
“Ogni categoria ha le sue peculiarità che fanno la differenza.

Il campionato che disputiamo, a parità di condizione atletica, si basa sui tre punti chiave: ignoranza, furbizia e concretezza e se una di queste tre componenti viene meno ci si ritrova a discutere di battute d’arresto come è accaduto a noi.

Quando parlo di ignoranza mi riferisco tanto  alla cattiveria agonistica, quanto ai segnali che si danno agli avversari nel corso della sfida che può significare anche un pallone buttato in tribuna.

L’emblema della furbizia ieri è stata la Juventus. Senza quel rigore procurato da Morata, quando è andato a contatto con l’avversario, non sarebbe arrivata la vittoria dei Campioni d’Italia.

La concretezza, poi, è l’essenza del calcio. Se non si segna non si vince.

Purtroppo non siamo riusciti ad essere concreti e non parlo solo degli attaccanti, ma di tutta la squadra.

Con la compagine lucana, sicuramente, a mio modo di vedere, siamo stati puniti oltremisura e abbiamo perso concedendo ai nostri avversari tre calci d’angolo.

Tutto ciò non ci fa essere rassegnati, ma è un incentivo a fare ancora meglio.

Domenica ci aspetta il derby con il Foggia e, da quello che si è visto gioca a viso aperto. Sono convinto che faremo bene”.

Domani prevista un allenamento a porte chiuse al pomeriggio.
 



In questo articolo: