Il Nobel per l’insegnamento Hanan Al Hroub:’In Italia tanti MasterProf come Daniele Manni’

Il premio ‘Nobel’ per l’insegnamento Hanan Al Hroub:’Gli insegnanti italiani sono delle guide. In Italia ci sono tanti MasterProf come Daniela Boscolo, Barbara Riccardi e il leccese Daniele Manni e vanno tutti valorizzati’. Ieri la presentazione a Roma dell’Italian Teacher Prize.

Gli insegnanti italiani incidono positivamente sulla vita di tanti giovani. Sono loro, i docenti, ad indicare la strada ai loro studenti, a fare da guida. Sto parlando di persone come Barbara Riccardi, Daniela Boscolo e Daniele Manni”. Con queste parole Hanan Al Hroub – l’insegnante palestinese vincitrice del Global Teacher Prize 2016, conosciuto anche come il Premio “Nobel” per l’Insegnamento, è intervenuta ieri presso il Liceo Visconti di Roma alla presenza del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini.  Il tutto è avvenuto in occasione della presentazione dell’ “Italian Teacher Prize”, la versione nazionale del “Nobel” mondiale. Obiettivo del Premio italiano è quello di valorizzare il ruolo degli insegnanti nella società, portando all’attenzione di tutti le esperienze di quei docenti che sono riusciti ad ispirare in modo particolare i propri studenti, favorendone la crescita come cittadini attivi.

 A confermare il passaggio di Hanan Al Hroub – secondo cui esistono tanti insegnanti in Italia che possono e devono essere valorizzati – vi è il sito ed il progetto MasterProf – No ordinary teachers, ideato nel 2015 dagli studenti di una classe dell’Istituto “Galilei – Costa” di Lecce (alunni proprio di Daniele Manni), il quale da oltre un anno ricerca, “scova” e pubblica tutti quegli insegnanti extra-ordinari. Quelli, insomma, con una marcia in più. Si può forse dire e pensare che i ragazzi di MasterProf in un certo senso abbiano creato le basi e le premesse per quello che oggi è l’Italian Teacher Prize.

Daniela Boscolo, Barbara Riccardi e Daniele Manni sono i tre docenti italiani che sono risultati tra i migliori docenti al mondo nelle prime due edizioni del Global Teacher Prize, 2015 e 2016. E il prof. Manni ha dalla sua una specializzazione molto rara, se non unica, da oltre quindici anni guida i suoi alunni di una scuola tecnica economica ad ideare, gestire e far crescere micro e mini start up innovative, aiutando gli studenti a sperimentare l’auto imprenditorialità e a crearsi un lavoro in proprio, una risposta concreta e costruttiva alla disoccupazione giovanile.

Questo il commento del Ministro Stefania Giannini espresso ieri in occasione della presentazione del Premio Nazionale:“Il Global Teacher Prize ha il merito di valorizzare il ruolo strategico che i docenti rivestono nella vita dei nostri figli.

Raccontando le storie di insegnanti speciali, il Premio internazionale porta all’attenzione di un vasto pubblico la possibilità e la capacità che i docenti hanno di incidere sul percorso dei nostri giovani, cittadini del futuro”. 



In questo articolo: