Mercato bisettimanale, arriva il trasferimento anche per gli ultimi ambulanti

E”™ stata estesa anche agli operatori commerciali ambulanti che abitualmente espongono la loro merce il lunedì e il venerdì in via Agrigento e in via Alessandria l’ordinanza con la quale il sindaco Paolo Perrone ha disposto il trasferimento temporaneo del mercato

Lunedì scorso il mercato bisettimanale ha fatto il suo esordio in via Bari, al rione San Sabino, con qualche disagio ed inconveniente, ma conquistando l’apprezzamento dei tanti clienti che lo raggiungono ogni lunedì e venerdì. Gli inconvenienti sono dovuti alla mancata organizzazione della viabilità, con i bus costretti ad improvvisare i percorsi per uscire dagli ingorghi e dal caos delle auto in sosta.

Ultimi inconvenienti che si dovranno limare se si vorrà dare avvio senza intoppi alla nuova fase. E’ stata estesa, infatti, anche agli operatori commerciali ambulanti che abitualmente espongono la loro merce il lunedì e il venerdì in via Agrigento e in via Alessandria l’ordinanza con la quale il sindaco Paolo Perrone ha disposto il trasferimento temporaneo del mercato bisettimanale (interessato da alcuni lavori appaltati da Aqp) da viale Giovanni Paolo II alla nuova area mercatale di via Bari.

Il provvedimento, come si ricorderà, era stato adottato dal primo cittadino leccese per garantire l’incolumità, dell'igiene e della salute delle persone coinvolte nei giorni in cui viene allestito il mercato bisettimanale.

L’ordinanza dispone il trasferimento dei commercianti dal 10 aprile sino al prossimo 29 maggio. La riorganizzazione della viabilità, come detto, resta il problema principale da risolvere. Il debutto nella nuova area di via Bari si è avuto, infatti, non senza polemiche, il 30 marzo scorso. A lamentare disagi nella nuova sistemazione nel rione san Sabino sono stati non solo gli ambulanti ma anche qualche residente e qualche famiglia, in difficoltà nell’accompagnare i bambini a scuola.   



In questo articolo: