“Il Mare di Tutti”, conclusa con successo la terza edizione del progetto per le persone affette da sclerosi multipla

L’iniziativa, fortemente voluta dall’Associazione Sunrise Onlus, presieduta da Maria De Giovanni, è terminata il 15 settembre e ha visto arrivare moltissime comunità da tutta Italia.  

Si è conclusa con successo la terza edizione de “Il mare di tutti”, il progetto promosso da Sclerosi multipla associazione italiana Sunrise onlus (Smaiso), patrocinato dalla Provincia di Lecce, unico in tutta Italia, con un’isola fisioterapica in acqua e un’isola in spiaggia dedicate a persone affette da sclerosi multipla Sla e patologie simili.

La Stagione 2020 è partita a luglio presso il Lido Coiba di San Foca, marina di Melendugno, alla presenza della presidente di Sunrise Onlus Maria De Giovanni, ideatrice e anima del progetto, insignita di recente del titolo di Ufficiale al merito della Repubblica italiana dal presidente Sergio Mattarella, proprio per la sua instancabile attività di volontariato. “Il mare di tutti” ha chiuso i battenti il 15 settembre.

I partecipanti hanno effettuato gratuitamente, per sei giorni a settimana, mattina e pomeriggio, la fisioterapia in mare nel lido, attrezzato con isola fisioterapica e medica. Lo staff è formato da diversi medici specializzati: fisiatri e fisioterapisti, psicologi, infermieri e volontari formati nella gestione delle malattie neurodegenerative. Ogni paziente ha effettuato una visita fisiatrica specialistica preliminare per essere indirizzato alla terapia più adatta.

Quest’anno le continuità sono state moltissime e le persone arrivate da tutta Italia almeno 100. Obiettivo raggiunto per De Giovanni, anima del progetto che ancora una volta ha fatto rete con le istituzioni.

L’edizione di quest’anno ha rispettato tutte le misure di sicurezza anti Covid 19: sulla spiaggia sono stati allestiti degli spazi appositi destinati ai soli utenti del progetto, che hanno ricevuto in dotazione, oltre al tradizionale kit di creme speciali fornite dall’azienda N&B – Natural is better di Martano, anche una pochette con prodotti igienizzanti e mascherina. Inoltre, sono stati aumentati i collaboratori ed è stato redatto un apposito regolamento, oltre al registro Covid.



In questo articolo: