Cartellini rilevazione presenze sul lavoro. Il sindacato scrive alla Asl: ‘Perchè non inviarli ai dipendenti?’

Fsi Usae è convinta che fornire ai dipendenti un servizio della rilevazione presenze del mese precedente presenta notevoli benefici sia per il dipendente che per il datore di lavoro.

Perchè quando si parla di lavoratori pubblici bisogna pensare sempre e soltanto ai furbetti del cartellino? Il sindacato Fsi Usae non ci sta e per una battaglia di efficienza e trasparenza chiede alla Asl di Lecce di cambiare rotta e di inviare sempre a tutti i dipendenti, a mezzo posta elettronica, i cartellini mensili del personale generati dal programma di rilevazione presenze allegandoli mensilmente nell’invio ormai consolidato delle buste paghe.

‘La maggior parte delle aziende – scrive Francesco Perrone, Segretario Generale Puglia e Territoriale Lecce – è ormai allineata alle procedure specifiche sull’invio della rilevazione delle presenze del personale dipendente, perché ritiene che sono un elemento importante da monitorare, indipendentemente dal tipo o dalle condizioni del contratto del personale. Queste informazioni mensili possono essere fondamentali al momento di valutare le prestazioni di un dipendente e correggere eventuali errori e/o omissioni. Usando tale procedura per tenere traccia delle ore lavorate, dei giorni di vacanza goduti, dei giorni di malattia utilizzati o quant’altro possa influire sulla busta paga per ogni mese dell’anno, così da tenere una cronologia storica delle presenze per ogni dipendente ed eventualmente provvedere ad eventuali giustifiche da presentare per timbrature non allineate o mancanti’.

Il Sindacato scrive così al Commissario Straordinario della Asl di Lecce, al Direttore Amministrativo, al Direttore Sanitario, al Direttore dell’Area Gestione del Personale e al dirigente a cui sono in capo le relazioni sindacali.

Francesco Perrone, Segreterio Regionale Puglia e Territoriale Lecce Fsi-Usae

 

Fsi Usae è convinta del fatto che fornire ai dipendenti un servizio completo della busta paga, elettronica o fisica, ed il cartellino della rilevazione presenze del mese precedente presenta notevoli benefici sia per il dipendente che per il datore di lavoro. Infatti, il dipendente conserva traccia dell’avvenuto adempimento del controllo del proprio orario di servizio e il datore di lavoro dimostra l’avvenuto dovere del personale dipendente.

Questa richiesta è stata già accolta da Sanitàservice, la partecipata dell’Asl, che ormai da circa un anno ha provveduto a tale invio tramite collegamento presso il proprio sito web aziendale.



In questo articolo: