Per il concerto di fine anno, a Nardò stop a superalcolici e bevande in vetro e lattina

Lo stabilisce un’ordinanza del Sindaco Pippi Mellone, allo scopo di garantire sicurezza e tutela dell’incolumità dei cittadini.

Stop a superalcolici e a bevande in vetro o in lattina in occasione del concerto di fine anno in piazza Salandra. Un’ordinanza del sindaco Pippi Mellone (n. 798 del 27 dicembre) fissa il divieto con l’obiettivo “di prevenire momenti di euforia collettiva e condotte poco accorte che possano trascendere in fatti a danni di cose o persone”, fissando quindi un principio generale di sicurezza e di tutela della incolumità di tutti. Com’è noto, sabato 31 dicembre è in programma l’evento organizzato dall’amministrazione comunale e dall’Unione Commercianti Nardò e Marine per chiudere il 2022 e salutare l’arrivo del 2023. La lunga serata avrà inizio intorno alle ore 23 con il dj neretino Francesco Fortunato e proseguirà prima e dopo la mezzanotte con l’esibizione dei Sud Sound System.

L’ordinanza stabilisce, nel dettaglio, che dalle ore 12 di sabato 31 dicembre alle 6 di domenica 1° gennaio è vietato vendere per asporto e somministrare bevande di qualunque genere in contenitore di vetro o lattina e detenere qualsiasi recipiente di vetro o lattina. Il divieto si applica in particolare agli esercenti di pubblici esercizi, esercizi commerciali, attività di commercio su area pubblica, attività artigianali del settore alimentare, circoli e altri punti ristoro situati all’interno del centro urbano (marine escluse). Qualsiasi bevanda fornita in bottiglie di plastica dovrà essere consegnata priva del tappo di apertura.

Inoltre, è vietato, sul suolo pubblico o in luogo aperto al pubblico, consumare o detenere a scopo di consumo ogni genere di bevanda superalcolica (tutte le miscele di bevande alcoliche di gradazione superiore a 21%) all’interno del centro urbano (marine escluse) e nella stessa area è vietata la somministrazione, la vendita per asporto o consumo sul posto ovvero la cessione a terzi di superalcolici, in particolare agli esercenti di pubblici esercizi, esercizi commerciali, attività di commercio su area pubblica, attività artigianali del settore alimentare, circoli e altri punti ristoro.

Infine, dovranno essere rimossi tutti i dehors, tavolini, sedie, ombrelloni e simili presenti sull’area interessata dall’evento, cioè corso Vittorio Emanuele II, piazza Salandra, piazza San Domenico, via Duomo e piazzetta Spinelli (ex Calvario).

Le violazioni all’ordinanza saranno punite con una sanzione amministrativa compresa tra 50 e 500 euro.

In occasione dell’evento, l’amministrazione comunale ha attivato il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile presso il Comando di Polizia Locale di via Crispi al fine di coordinare tutte le attività relative a viabilità, protezione civile, telecomunicazioni e radiocomunicazioni, assistenza. Il C.o.c. sarà attivo dalle ore 8 di sabato 31 dicembre alle ore 7 di domenica 1° gennaio.



In questo articolo: